Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Iraq, attentatore si fa esplodere al confine con la Siria: almeno 11 morti

Immagine di copertina

Un attentatore suicida si è fatto esplodere in Iraq nella città di al-Qaim, al confine con la Siria, provocando la morte di almeno 11 persone e il ferimento di altre 10.

Secondo quanto riportano le emittenti Sky News Arabia e al-Jazeera, l’attentatore si è fatto esplodere all’ingresso della città, a un posto di blocco delle milizie sciite filo-iraniane Hashd al-Shaabi (Unità di mobilitazione popolare) affiliate all’esercito iracheno.

Si tratta dell’ultimo di una serie di attentati che, negli ultimi mesi, hanno insanguinato l’Iraq. Secondo quanto riporta Agi, citando i dati della Missione di Assistenza delle Nazioni Unite in Iraq (UNAMI), a luglio, almeno 79 civili sono stati uccisi nel paese e 99 sono rimasti feriti in atti di terrorismo o a seguito di scontri armati.

Solo nella provincia di Baghdad sono state uccise 30 persone.

L’Iraq negli ultimi mesi, assieme alle forze governative siriane del presidente Assad e alla coalizione internazionale a guida statunitense, ha compiuto diversi raid aerei contro l’Isis.