Me

Un computer Apple-1 perfettamente funzionante e conservato è pronto ad andare all’asta

Il primo computer assemblato e venduto da Steve Wozniak e Steve Jobs negli anni '70 andrà al miglior offerente il prossimo 25 settembre

Immagine di copertina

Un esemplare perfettamente conservato e funzionante di Apple-1 ossia il primo computer messo a punto dall’allora neonata società con il simbolo della mela (non ancora morsicata) è pronto a essere messo all’asta. La data è quella del prossimo 25 settembre e la location è il WeWorks di Boston

Un’occasione imperdibile per i fan di Apple dall’ampio portafoglio, che possono mettere le mani su un prezzo davvero unico della storia dell’informatica stessa.

Presentato nell’aprile 1976 all’Homebrew Computer Club di Palo Alto, Apple-1 era stato progettato e realizzato da Steve Wozniak, aiutato in minima parte dall’altro co-fondatore Steve Jobs. Fu messo in vendita per un prezzo significativo di 666,66 dollari dal settembre 1977 con una “tiratura” di 200 esemplari.

Questo esemplare di Apple-1 è stato recentemente restaurato è sistemato dall’esperto informatico Corey Cohen e ha ricevuto un rating di 8,5 su 10 per quanto riguarda lo stato di conservazione di funzionamento.

Il pacchetto include buona parte dei componenti originali di Apple-1 come la scheda madre, i manuali (scritti dal terzo co-fondatore, il dimenticato Ronald Wayne), la tastiera, il monitor video e accessori vari.

È uno dei 60-70 ancora presenti. All’epoca della produzione furono venduti tutti gli esemplari tranne 25 e fu seguito dal secondo modello, Apple-2. Molti dei possessori di Apple-1 lo riconsegnarono alla casa madre per passare al successivo e tutti i computer ricevuti furono all’epoca rottamati.

Questo pezzo di storia sarà dunque messo all’asta al miglior offerente il prossimo 25 settembre e aspettiamoci rilanci consistenti. La sua valutazione dovrebbe partire da minimo trecentomila dollari ma potrebbe arrivare addirittura fino a ottocentomila dollari, visti i precedenti.

Curiosamente, il 25 settembre sarà pochi giorni dopo il presunto debutto dei nuovi iPhone 2018 sulla scena globale.