Me

È morto John McCain: addio al senatore repubblicano eroe del Vietnam. “Non voglio Trump al mio funerale”

Aveva 81 anni. Veterano pluridecorato della guerra del Vietnam, corse contro Barack Obama alle presidenziali del 2008. Gli era stato diagnosticato un tumore al cervello incurabile

Immagine di copertina
Addio al senatore John McCain

Morto John McCain: addio al senatore che si candidò alla presidenza degli Stati Uniti nel 2008

È morto John McCain: dopo una lunga malattia si è spento il senatore repubblicano dell’Arizona che si candidò alla presidenza degli Stati Uniti d’America nel 2008 sfidando Barack Obama. Era un veterano pluridecorato della guerra del Vietnam. Aveva 81 anni.

A McCain era stato diagnosticato a luglio 2017 un glioblastoma aggressivo, tumore al cervello incurabile. Il prossimo 29 agosto avrebbe compiuto 82 anni.

Fortemente contrario al presidente Donald Trump, ha sottolineato fino all’ultimo dei suoi giorni: “Non voglio Trump al mio funerale”.

Lo scorso 24 agosto una dichiarazione della famiglia McCain rendeva noto: “John ha superato le aspettative per la sua sopravvivenza, ma il progresso della malattia e l’inesorabile progresso dell’età rendono il loro verdetto. Con la sua solita forza di volontà, ha scelto di interrompere le cure mediche“.

Morto John McCain: chi era, la storia e la carriera politica

L’ex candidato presidenziale alle presidenziali del 2008, eroe di guerra e tra i parlamentari più rispettati d’America, era un critico feroce dell’attuale presidente Usa Donald Trump.

Aveva recentemente stigmatizzato il summit con il presidente russo Vladimir Putin, definendo la conferenza stampa congiunta “vergognosa” e un “punto basso” per la presidenza a stelle e strisce.

McCain si era inoltre apertamente schierato contro la revoca della riforma sanitaria voluta dal suo ‘ex’ rivale Obama e la conferma di Gina Haspel a capo della Cia per il suo coinvolgimento nel caso delle torture nelle prigioni segrete Usa.

A maggio 2018 aveva suscitato rabbia il commento di un’assistente di Trump, Kelly Sadler, che durante una riunione alla Casa Bianca aveva deriso le condizioni di John McCain affermando: “Tanto sta morendo”. L’ondata di critiche aveva portato all’allontanamento della Sadler dalla Casa Bianca.

Morto John McCain, fatale un tumore chiamato glioblastoma

Il glioblastoma, di cui John McCain morto oggi soffriva, è il più aggressivo fra i tumori del sistema nervoso centrale.

Scrive la Fondazione Veronesi in merito:

“L’aggressività di questo tipo di neoplasia è legata a diversi fattori. Innanzitutto alle elevate capacità delle cellule di glioblastoma di muoversi e infiltrare il tessuto cerebrale sano.

È inoltre in grado di produrre sostanze capaci di richiamare vasi sanguigni (e di conseguenza anche ossigeno e sostanze nutritive) all’interno del tumore in modo da crescere rapidamente ed è frequentemente resistente a diversi agenti chemioterapici.

Inoltre, al di là delle cause biologiche bisogna ricordare che trattandosi di un tumore che cresce all’interno di un organo nobile come l’encefalo anche la chirurgia non può spingersi molto al di là dei margini chiaramente visibili fra tumore e tessuto sano.

Ciò comporta che molto frequente alcune cellule tumorali infiltranti non vengano eradicate dall’intervento chirurgico”.

Leggi anche: John McCain ha chiesto che a pronunciare le sue orazioni funebri siano i suoi rivali storici: Bush e Obama