Me
La ‘vera’ vignetta di Charlie Hebdo sul ponte di Genova e l’Italia
Condividi su:
vignetta di Charlie Hebdo
La copertina di Charlie sulla strage di Genova

La ‘vera’ vignetta di Charlie Hebdo sul ponte di Genova e l’Italia

Lo schizzo: "Costruito dagli italiani...pulito dagli extracomunitari"

23 Ago. 2018
vignetta di Charlie Hebdo
La copertina di Charlie sulla strage di Genova

La vera vignetta di Charlie Hebdo sul ponte di Genova e l’Italia | La copertina di oggi

“Costruito dagli italiani, pulito dai migranti”.

È destinata a far discutere la vignetta di Charlie Hebdo che racconta la strage del ponte di Genova, pubblicata in copertina sul nuovo numero – il 1361 – e rilanciata sulle pagine social dello storico settimanale satirico francese.

Charlie Hebdo e la vignetta sull’Italia su Facebook

Eccola la vignetta: il ponte crollato, il camion che si ferma ad un passo dal precipizio, le automobili che si schiantano al suolo, un uomo dalla pelle nera con la scopa in mano e lo sguardo sorridente.

La redazione del giornale ha deciso di utilizzare il fumetto sull’Italia come immagine di copertina sulla propria pagina Facebook.

E proprio sui social si è scatenata l’ira di molti utenti italiani.

 

Charlie Hebdo e la vignetta fake sul ponte di Genova

Nei giorni scorsi si era diffusa sui social e via Whatsapp una falsa vignetta di Charlie Hebdo su Genova: il ponte messo in obliquo tra un pilone, le auto che cadono al suolo e tre sacchi di denaro sull’estremità superiore a fare da contrappeso.

Una bufala, un montaggio fatto ad arte tra il layout classico della copertina di Charlie Hebdo e un disegno del vignettista italiano Ghisberto.

 

vignetta di Charlie Hebdo

La copertina fake

 

Charlie Hebdo e i precedenti con l’Italia: la vignetta dopo il terremoto in Centro Italia

Nel nostro paese si torna a parlare di Charlie Hebdo dopo che un’altra vignetta su un fatto di cronaca aveva fatto imbestialire più di qualcuno esattamente due anni fa.

Il terremoto del Centro Italia dell’agosto 2016 – 299 vittime – venne visto così dal giornale francese: un menu tricolore con un uomo e una donna ricoperti di sangue, a seguire una montagna di cadaveri sepolti da strati di pasta.

 

La vignetta di Charlie dopo il terremoto in Centro Italia

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus