Me
Alitalia ha sciolto il contratto per l’Airbus di Renzi
Condividi su:
Airbus Renzi

Alitalia ha sciolto il contratto per l’Airbus di Renzi

La compagnia ha risposto alla richiesta fatta dal Governo Conte. Il ministro Toninelli: "Risparmieremo 18 milioni di euro l'anno"

23 Ago. 2018
Airbus Renzi

Dopo la richiesta avanzata dal Governo, Alitalia ha comunicato lo scioglimento del contratto di leasing per l’Airbus A340-500, noto anche come l’Air Force di Renzi e considerato dal nuovo esecutivo come “uno spreco di denaro pubblico”.

Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ha commentato la notizia su Facebook con soddisfazione. “Lo avevamo promesso, lo abbiamo fatto. Abbiamo messo a terra l’ego volante di Renzi”, ha scritto.

“Con la risoluzione del contratto di leasing risparmieremo 18 milioni di euro l’anno da qui al 2024: immaginate quante cose si potranno fare con questi soldi? Ci si potrebbero comprare ogni anno tre treni nuovi di zecca per il trasporto regionale e dei pendolari. Oppure acquistare una decina di nuove Tac per la sanità pubblica. O ancora costruire due scuole con almeno 25 aule ciascuna e laboratori ai nostri ragazzi”, ha aggiunto Toninelli.

“Dopo il taglio ai vitalizi, dopo la cancellazione del leasing per l’Air Force Renzi, faremo piazza pulita di tutti gli altri sprechi e privilegi, a partire dalle pensioni d’oro, che da troppi anni soffocano l’Italia”, ha annunciato il ministro.

Il contratto di leasing era stato siglato nel 2015 dal Governo guidato dall’allora premier Matteo Renzi. L’ex segretario del Partito democratico ha precisato, nelle scorse settimane, che l’aereo era stato preso “per le missioni internazionali delle imprese”. “Io non ci ho mai messo piede”, ha sottolineato Renzi.

La rescissione dell’accordo con Alitalia era stata annunciata dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.  “Meno spreco di denaro pubblico, meno spese inutili”, aveva scritto sul suo profilo Facebook il premier.

“A conti fatti si è trattato di un’operazione del tutto svantaggiosa, sia dal punto di vista dell’impatto economico che dell’utilità pratica”, aveva detto.

Il viceopremier Di Maio e il ministro Toninelli erano anche saliti a bordo dell’Airbus di Stato e, in un video pubblicato sui social network, avevano ricordato che i costi e il risparmio per lo Stato sarebbero pari a circa 108 milioni.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus