Me
L’ultimo video di 4 amici prima dell’assurda morte sul ponte di Genova
Condividi su:
video ponte genova amici morti
I 4 ragazzi, poco più che ventenni, si chiamavano Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione

L’ultimo video di 4 amici prima dell’assurda morte sul ponte di Genova

La Golf grigia sulla quale i quattro amici viaggiavano si trovava a circa quaranta minuti dal ponte Morandi

15 Ago. 2018
video ponte genova amici morti
I 4 ragazzi, poco più che ventenni, si chiamavano Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione

È un video brevissimo, dura soltanto nove secondi. Nove secondi sufficienti per fotografare la drammaticità di questa tragedia assurda. Quattro amici di Torre del Greco (Napoli), spensierati, stavano raggiungendo Nizza dove li aspettava la sorella di uno di loro a bordo di una Golf grigia.

I quattro ragazzi, poco più che ventenni, si chiamavano Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione e sono tra le 39 vittime del crollo del ponte Morandi a Genova.

Il video è stato pubblicato live alle ore 11.15 sul profilo Instagram di Giovanni Battiloro. Il viadotto è crollato poco prima di mezzogiorno.

La Golf grigia sulla quale i quattro amici viaggiavano si trovava a circa quaranta minuti dal ponte Morandi.

La cugina di Gerardo Esposito e Antonio Stanzione ha raccontato: “Erano partiti per andare a Nizza dove erano attesi dalla sorella di Matteo Bertonati”.

“Durante il tragitto avevano cambiato idea sull’itinerario, pensando di andare prima a Barcellona, dove c’erano altri amici ma non hanno bussato ad alcuna porta. Siamo angosciati, il dolore ci sta distruggendo”.

Gerardo Esposito e Antonio Stanzione erano marittimo il primo e fabbro il secondo, mentre Giovanni Battiloro era un videomaker freelance.

“Su quel maledetto ponte c’era anche un amico, un ragazzo meraviglioso, collega e professionista con il quale abbiamo condiviso sogni e lavoro. Un dolore immenso per la famiglia di Videoinformazioni – si legge in un post su Facebook di Videoinformazioni, una delle aziende per le quali Giovanni ha lavorato – apprendere della scomparsa di Giovanni Battiloro. Ci stringiamo ai suoi cari, al papà Roberto per l’immane tragedia che lo ha colpito. Che gli angeli lo accolgano in cielo, nel regno dei giusti e delle anime pure”.

“L’Ordine dei giornalisti della Campania esprime cordoglio e si stringe attorno alle famiglie dei quatto ragazzi di Torre del Greco morti nella tragedia di Genova. Tra loro Giovanni Battiloro, giornalista videomaker”.

Ottavio Lucarelli, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, ha scritto una nota per Giovanni Battiloro: “Un collega esperto e stimato da tutti una tragedia che scuote e addolora l’intera comunità dell’informazione della Campania”.

Il giornalista Giulio Finotti, sul suo profilo Facebook, ha scritto un messaggio per il collega.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus