Me
Trovano lettere d’amore dei genitori scomparsi, ma il contenuto non era quello previsto
Condividi su:
lettere amore papà mamma

Trovano lettere d’amore dei genitori scomparsi, ma il contenuto non era quello previsto

14 Ago. 2018
lettere amore papà mamma

Pensavano di leggere dolci parole d’amore scritte dai loro genitori, con il papà che scriveva alla mamma quanto gli mancasse. Invece, nelle lettere ritrovate dopo la morte della coppia, le figlie hanno trovato ben altre parole.

Le lettere risalenti agli anni ’60, periodo in cui il padre per lavoro si trovava a Londra e quindi lontano dalla famiglia che viveva (e vive tutt’ora) in Scozia, più che parole romantiche contenevano numerosi pensieri “hot” del marito alla moglie. Nulla di male, ma l’imbarazzo tra le figlie alla lettura di quelle parole è stato tanto.

La storia è stata poi condivisa su Twitter da una delle sorelle, una ragazza scozzese con il nickname Morven: “Ci siamo prese per mano e abbiamo aperto una busta: il contenuto era praticamente una dissertazione su quanto a papà mancava il sesso con mamma, che pare fosse abbastanza esperta… Il resto abbiamo evitato di leggerlo”.

Un tweet che in breve tempo è diventato virale con oltre seimila condivisioni e la ragazza è stata inondata da messaggi di persone a cui era successa più o meno la stessa cosa e che hanno quindi raccontato le loro esperienze.

“Sapevamo già che erano innamorati, ma leggere tutte le pratiche sessuali di mamma e papà è un altro paio di maniche”, la risposta della donna a un utente del social network che gli chiedeva se non fosse felice per la passione che legava i suoi genitori.

LEGGI ANCHE: CACCIATI DALLA FOLLA CERCANO DI INVESTIRE CON L’AUTO LA FOLLA | VIDEO

LEGGI ANCHE: “HO USATO FACEBOOK PER TROVARE L’ASSASSINO DI MIO FRATELLO E DELLA SUA RAGAZZA”

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus