Me
Il video del momento dello schianto dell’auto contro il Parlamento di Londra
Condividi su:

Il video del momento dello schianto dell’auto contro il Parlamento di Londra

Il conducente è stato fermato e la polizia indaga per "atti di terrorismo"

14 Ago. 2018

Un’auto si è schiantata oggi, 14 agosto 2018, intorno alle 7.37 (ora locale) davanti alla sede del Parlamento di Londra, finendo la sua corsa contro le barriere poste a protezione della sede governativa.

Due persone sono rimaste ferite nell’incidente, ma non sono in pericolo di vita. (Cosa sappiamo finora)

L’uomo alla guida dell’auto, una Ford Fiesta grigia, è stato trascinato fuori dalla vettura dalla polizia. Le immagini diffuse dai media e dai testimoni mostrano un uomo tranquillo, vestito con jeans e un giubbotto nero.

L’auto è stata perquisita dalle forze dell’ordine, ma non sono state ritrovate armi.

La polizia di Londra ha aperto un’indagine e il conducente della vettura è sospettato ufficialmente di “atti di terrorismo”, secondo quanto dichiarato da Scotland Yard.

L’emittente britannica Bbc ha pubblicato le immagini riprese da alcune telecamere da un tetto nelle vicinanze del Parlamento che mostra l’incidente.

 


Nel video si vede l’auto che invade la corsia opposta per dirigersi contro le barriere che proteggono il Parlamento di Westminster.

Secondo alcuni testimoni oculari, l’auto ha imboccato ad alta velocità una strada chiusa che conduce alla zona protetta di Westminster per poi schiantarsi deliberatamente contro le barriere.

“Mi è sembrato che agisse deliberatamente”, ha riferito una passante, Ewalina Ochab, intervistata dall’agenzia Ap.

“Stavo camminando sull’altro lato della stanza e ho sentito un gran rumore, persone gridare. Ho visto un’auto grigia arrivare a grande velocità e correre lungo le barriere e forse anche sul marciapiede”.

Il Parlamento in questi giorni è chiuso, ma la zona è un’importante meta turistica ed è pertanto piena di passanti e ciclisti.

Insieme alle forze dell’ordine sono arrivate sulla scena dell’incidente anche numerose ambulanze.

I presenti hanno quindi ricevuto tutte le cure necessarie: alcune persone erano in evidente stato di shock.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus