Me

Alluvioni in Francia: 1600 persone evacuate, un disperso

Non hanno ancora portato a un risultato le ricerche di un uomo tedesco di 75 anni, scomparso dopo che la sua roulotte era stata trascinata dall'acqua nel campeggio in cui si trovava

Immagine di copertina
Credit: Afp/Getty

Circa 1600 persone sono state evacuate giovedì 9 agosto da tre campeggi nel Gard, non lontano da Montpellier, nel sud della Francia, a causa degli allagamenti provocati da forti giorni di piogge. Si tratta sopratutto di turisti, che stavano trascorrendo le vacanze estive, costretti ad allontanarsi dalle zone segnalate poiché esposti alla deriva dei materiali e allo straripamento dei fiumi.

I dipartimenti di Gard, Ardèche and Drôme sono le zone più colpite. Il fiume Ardèche è uscito fuori dagli argini in più punti, trascinando a valle fango e detriti.

Per pattugliare l’area sono stati mobilitati 400 vigili del fuoco e quattro elicotteri.

Dieci persone, tra cui cinque bambini, sono state ricoverate per ferite minori e ipotermia.

Le ricerche di un uomo tedesco di 75 anni “non hanno avuto successo”. Sorpreso dalla piena del fiume Ardèche, l’uomo si era rifugiato nella sua roulotte, che è stata spazzata via ed è stata ritrovata “vuota e danneggiata” più a valle. L’uomo si trovava in Francia come accompagnatore di un gruppo di bambini in vacanza. Tutte le altre persone presenti nella colonia, circa 119 bambini, “sono state accolte in un centro polivalente e sono state visitate da medici, dalla Croce Rossa e da psicologi”.

“Per il momento le operazioni della persona dispersa non hanno condotto a un risultato”, ha detto il comandante Jérôme Tallaron.

Alcuni campeggiatori sono stati portati in ospedale con ferite lievi. Tackle Buchanan, di Oxford, stava campeggiando vicino alla riva dell’Ardèche quando il fiume ha straripato. “Sapevamo che una tempesta era imminente ma non potevo credere alla ferocia della tempesta della notte scorsa. Il livello e la velocità del fiume erano straordinari. Sono stato svegliato dall’acqua che mi bagnava i piedi”, ha detto alla BBC. “Guidare è stato terrificante, la strada vicino al fiume era completamente sott’acqua. Dal nulla sono comparse delle cascate che hanno riempito la vallata”, ha continuato.