Me
Il motore rischia di incendiarsi, la Bmw richiama 324mila auto dal mercato: i modelli interessati
Condividi su:
bmw motore richiami modelli

Il motore rischia di incendiarsi, la Bmw richiama 324mila auto dal mercato: i modelli interessati

09 Ago. 2018
bmw motore richiami modelli

Se siete in possesso di una Bmw con motore diesel nei prossimi giorni potreste essere contattati per risolvere un difetto al sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR).

La casa bavarese ha infatti annunciato il richiamo volontario di quasi 324mila vetture diesel vendute in Europa dopo che indagini interne hanno rivelato un malfunzionamento di uno dei componenti dell’EGR.

In alcuni casi, spiega BMW in una nota, dal dispositivo possono fuoriuscire piccole quantità di liquido di raffreddamento che, se in contatto con sedimenti carbonio e olio, può diventare una miscela combustibile che potrebbe prendere fuoco a temperature elevate.

“Con le alte temperature dei gas di scarico di questa unità, questi depositi possono incendiarsi. In rari casi ciò può causare la fusione del collettore di aspirazione e in casi estremi può verificarsi un incendio”, si legge nel comunicato stampa.

Un difetto simile a quello riscontrato nelle scorse settimane su diversi modelli Bmw venduti in Corea del Sud.

I modelli interessati

Sul mercato europeo il richiamo interessa il modelli Bmw serie 3, 4, 5, 6 e 7 oltre le serie X3, X4, X5, X6 equipaggiate con i motori diesel a 4 cilindri prodotte da aprile 2015 a settembre 2016 e quelle con motori diesel a 6 cilindri dal luglio 2012 al giugno 2015.

Il richiamo è finalizzato al controllo del modulo EGR e la sostituzione di eventuali componenti difettosi sui veicoli potenzialmente interessati dal problema.

La situazione in Corea del Sud

In Corea del Sul sono circa 106mila le Bmw oggetto di richiamo e oltre 20 i casi di incendio segnalati, avvenuti tutti nel periodo compreso tra gennaio e luglio 2018.

Secondo quanto si apprende, gli incidenti si sarebbero verificati in seguito al mantenimento di alte velocità per tempi lunghi.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus