Me

Napoli, vede la ex per strada, finge di abbracciarla e la accoltella 5 volte: lei è grave

L'aggressore, un 25enne, aveva avuto un figlio con la ragazza un anno fa

Immagine di copertina

Una 19enne, Morena Albino, è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Loreto Mare di Napoli, dopo che il suo ex fidanzato e convivente, con in quale ha avuto un figlio un anno fa, l’ha accoltellata per cinque volte.

La ragazza, seppur in gravi condizioni e con ferite profonde al torace e all’addome, non dovrebbe essere comunque in pericolo di vita.

L’aggressore, un 25enne, è già stato fermato e dovrà rispondere all’accusa di tentato omicidio.

Tutto è iniziato sul lungomare di Napoli: la ragazza stava passeggiando col suo nuovo fidanzato nella zona dove si trova il Consolato americano, e ha incontrato, non si sa se per caso o meno, l’ex compagno.

Quest’ultimo, per blandirla, in un primo momento le si è avvicinato affabile fingendo di volerla salutare affettuosamente, per poi abbracciarla. In quel momento, però, le ha sferrato cinque coltellate.

La ragazza si è accasciata a terra. Alcuni passanti, accorgendosi di quanto stava accadendo, hanno fermato una pattuglia dei carabinieri che si trovava nelle vicinanze.

Gli agenti, giunti sul posto, hanno caricato la ragazza sulla volante e l’hanno trasportata all’ospedale di Loreto Mare.

Non ci è voluto molto, per la polizia, per identificare e fermare l’aggressore, che è stato raggiunto nel suo appartamento e trovato ancora in possesso del coltello con cui aveva colpito poco prima la ex fidanzata.

Morena Albino è figlia di Antonio Albino, un pregiudicato che nel 2004 sparò alcuni colpi di pistola contro Salvatore Giuliano nel quartiere di Forcella.

Nell’agguato rimase uccisa Annalisa Durente, una ragazzina di 14 anni che venne colpita per errore da un proiettile.