Me
Frana in Val Ferret: una coppia muore nella propria auto, centinaia gli sfollati
Condividi su:
Frana Val ferret

Frana in Val Ferret: una coppia muore nella propria auto, centinaia gli sfollati

La frana si è staccata in località Planpinceux, nel comune di Courmayeur, e ha invaso la strada comunale. Non è escludo che possano esserci altre vittime

07 Ago. 2018
Frana Val ferret

È di due morti il bilancio provvisorio delle vittime di due frane che si sono staccate lunedì 6 agosto vino Courmayeur, in Val Ferret, a causa dei violenti nubifragi che si sono abbattuti sulla zona. Il corpo dell’uomo era rimasto incastrato nelle lamiere della sua auto, poi investita e trascinata dalla massa di fango e detriti, ed era stato estratto nella tarda serata di lunedì. Si chiamava Vincenzo Mattioli, aveva 61 anni e abitava a Milano.

La moglie, travolta dal fango, è stata ritrovata questa mattina sotto la vettura, quando i vigili del fuoco e il soccorso alpino della guardia di finanza sono riusciti a scavare a sufficienza.

La coppia era in auto quando, poco prima delle 18, è stata sorpresa dalla colata di fango e detriti causata da un violento nubifragio sulla valle ai piedi del Monte Bianco, che ha trascinato la vettura a valle.

Al momento del distacco della frana, la strada era molto trafficata e non è escluso che possano esserci altre vittime. “Dai primi sorvoli è emerso il coinvolgimento di alcune auto. I soccorsi stanno operando per capire se possano esserci persone coinvolte, eventualità che purtroppo, allo stato attuale delle informazioni pervenute, non è da escludersi”, ha fatto sapere in una nota la Regione Valle d’Aosta.

La strada di accesso alla Val Ferret è al momento chiusa e i mezzi meccanici comunali sono al lavoro sulla frana. C’è il timore che altre vetture possano essere finite sotto il fiume di fango e detriti.

Il temporale ha avuto inizio dopo le 15: come conseguenza del nubifragio, la prima frana si è staccata nella parte bassa della vallata, tra Planpincieux e La Palud, l’altra più in alto tra Planpincieux e Lavachey, dove molte persone sono state evacuate con gli elicotteri della Protezione Civile.

Sono oltre un centinaio gli sfollati in valle: la maggior parte sono stati sistemati al Golf club, un’altra ventina al Forum center.

Dalle otto della mattina è cominciata l’evacuazione della Val Ferret. L’ordinanza comunale “invita le famiglie che abbiano componenti impossibilitati a muoversi autonomamente a segnalare al Comune i loro nominativi e recapito al numero di telefono 0165831358. Ai residenti si raccomanda di staccare luce, acqua e gas prima di abbandonare le abitazioni; seguire scrupolosamente gli itinerari indicati per l’evacuazione; non sostare lungo gli itinerari di evacuazione; non dimenticare effetti personali, vestiario, medicinali se utilizzati frequentemente”.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus