Me

Non solo vaccini: cosa contiene il Decreto Milleproroghe approvato dal governo

Ecco le scadenze più importanti che vengono prorogate col decreto

Immagine di copertina
Luigi Di Maio e Matteo Salvini

Del decreto Milleproroghe si è parlato moltissimo, in questi giorni, a causa della norma che rinvia di un anno l’obbligo di vaccinare i bambini iscritti a nidi e scuole materne.

Un provvedimento che ha acceso una feroce polemica tra governo e opposizioni (qui la petizione lanciata dal Partito Democratico).

Il Milleproroghe è stato approvato al Senato con 114 sì, 110 no e 10 astenuti. Il prossimo 11 settembre, alla ripresa dei lavori parlamentari, verrà votato anche dalla Camera.

Tra gli aspetti contestati c’è stato anche quello di inserire una norma così delicata come quella sui vaccini in un decreto che tiene insieme materie molto differenti.

Perché nel Milleproroghe, appunto, non si parla solo di vaccini. Ecco le altre misure più importanti che vengono prorogate con il decreto.

Intercettazioni

Il decreto legge sulle intercettazioni dell’ex ministro della Giustizia Andrea Orlando avrà effetto a partire dal 31 marzo 2019.

Bonus cultura

Si tratta di una delle misure più significative. Come già annunciato nelle scorse settimane dal ministro Alberto Bonisoli, il governo confermerà per l’intero 2018 il bonus cultura per i 18enni, uno dei provvedimenti simbolo dell’esecutivo guidato da Matteo Renzi.

Specie esotiche

Per chi possiede animali esotici considerati “invasivi”, il termine per la denuncia del possesso viene spostato al 31 agosto 2019.

Election day

Viene accorpato il voto per le elezioni provinciali che si terrà in autunno. Tutte le province interessate andranno alle urne il 31 ottobre 2018.

Energia

La transizione verso il mercato libero di gas ed energia viene spostata al primo luglio 2020.

Isee

Per quanto riguarda la dichiarazione unica Isee, messa a punto dall’Inps e dall’Agenzia delle entrate, il meccanismo diventerà effettivo dal 2019.

Banca africana

Viene prorogato fino al termine del 2018 il contributo dell’Italia all’aumento di capitale della banca che si occupa di cooperazione allo sviluppo in Africa.

Messa in sicurezza delle scuole

Il termine di adeguamento alle norme anti-incendio per le scuole è spostato al 31 dicembre 2018.