Me

La mappa che mostra tutte le aggressioni razziste in Italia dall’insediamento del governo M5S-Lega

"Sono oltre 30, una media di una ogni due giorni, a cui se ne aggiungono sicuramente altre non denunciate. Il razzismo non è un’invenzione"

Immagine di copertina
La mappa realizzata dal giornalista Luigi Mastrodonato

Il giornalista Luigi Mastrodonato ha realizzato una mappa interattiva che riporta il numero delle aggressioni e delle violenze razziste compiute in Italia nei confronti degli stranieri dal primo giugno 2018, giorno dell’insediamento del governo M5S-Lega guidato dal premier Giuseppe Conte. Ne avevamo parlato in questo articolo.

“Sono oltre 30, una media di una ogni due giorni, a cui se ne aggiungono sicuramente altre non denunciate. Il razzismo non è un’invenzione”, scrive l’autore della mappa.

Secondo i dati incrociati da Euronews e tratti dall’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) e dall’Osservatoro per la Sicurezza Contro gli Atti Discriminatori della Polizia Criminale (OSCAD), l’aumento delle aggressioni è concreto e continua da un decennio, sia in Italia che in altri paesi occidentali come Francia, Stati Uniti e Regno Unito. La ricerca mostra che “il fenomeno si svincola dalla cronaca quotidiana e investe un discorso sociale e culturale più ampio”.

L’ultimo episodio di violenza è quello avvenuto il 29 luglio a Daisy Osakue, 22enne promessa dell’atletica leggera italiana. Daisy, nata a Torino da genitori arrivati in Italia dalla Nigeria, è stata colpita al volto riportando una tumefazione dell’occhio che, ora, mette a serio rischio la sua partecipazione ai campionati Europei Assoluti in programma a Berlino.

L’atleta è stata affiancata da una macchina con a bordo due ragazzi: uno dei due le ha scagliato contro delle uova; gli aggressori sono poi fuggiti. Si tratta solo dell’ultima di una lunga serie di aggressioni occorse a stranieri in Italia negli ultimi giorni.

• Leggi anche: Tutti gli episodi di violenza razzista nell’ultimo mese in Italia

Mastrodonato ha annunciato la messa a punto della mappa con un tweet pubblicato proprio mentre il ministro dell’Interno Matteo Salvini definiva l’emergenza razzismo “una sciocchezza”.

“Ho mappato le aggressioni fisiche razziste avvenute in Italia dal 1 giugno 2018, giorno di insediamento del governo”, il messaggio di Mastrodonato su Twitter.