Me
Maiorca dichiara Salvini persona “non grata” sull’isola
Condividi su:
salvini maiorca
Matteo Salvini. Credit: AFP /GIUSEPPE CACACE

Maiorca dichiara Salvini persona “non grata” sull’isola

Il Consiglio dell'isola delle Baleari ha approvato una mozione per dichiarare il ministro dell'Interno italiano persona “non grata” a Maiorca

30 Lug. 2018
salvini maiorca
Matteo Salvini. Credit: AFP /GIUSEPPE CACACE

salvini maiorca

Il consiglio dell’isola di Maiorca, in Spagna, riunito in plenaria oggi, giovedì 27 luglio, ha approvato una mozione per dichiarare il ministro dell’Interno Matteo Salvini persona “non grata” sull’isola.

Secondo quanto riporta il sito del Diario de Mallorca infatti il consiglio dell’isola delle Baleari motiva la decisione di “chiudere le frontiere” al leader della Lega con “xenofobia e disprezzo per la vita”.

La mozione è stata presentata dai partiti Podemos, Més e PSIB e ha ricevuto l’approvazione all’unanimità dopo due emendamenti proposti da altri partiti.

Il Partito popolare ha espresso anche la volontà di includere nel testo una denuncia contro l’idea prospettata del ministro dell’Interno italiano in merito al censimento dei Rom.

Podemos è rimasto soddisfatto del sostegno ottenuto dalla mozione, che puntava a rendere merito alla “immensa opera umanitaria delle ONG come Proactiva Open Arms, Lifeline, Proemaid o SMH che hanno salvato decine di migliaia di persone da morte certa nelle acque del Mar Mediterraneo”.

Podemos ha contestato le “terribili e scandalose” dichiarazioni del leader della Lega, che “distillano una gravissima ed inquietante xenofobia e un evidente disprezzo nei confronti della vita e della dignità umana”.

La mozione approvata condanna inoltre “l’assenza di garanzie di conformità ai diritti umani offerte dalle politiche migratorie europee”.

La risposta di Matteo Salvini alla decisione dell’isola spagnola

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus