Me
Dove e come vedere l’eclissi di luna del 27 luglio in tutta Italia
Condividi su:
eclissi luna 27 luglio 2018 dove vederla
Una folla osserva il fenomeno della superluna nel 2016. Quella del 27 luglio 2018 sarà l'eclissi più lunga del secolo. Credits: Getty Images

Dove e come vedere l’eclissi di luna del 27 luglio in tutta Italia

Dalla capitale alle montagne di Madonna di Campiglio, tutti gli eventi più belli per osservare al meglio l'eclissi di luna più lunga del secolo

27 Lug. 2018
eclissi luna 27 luglio 2018 dove vederla
Una folla osserva il fenomeno della superluna nel 2016. Quella del 27 luglio 2018 sarà l'eclissi più lunga del secolo. Credits: Getty Images

Eclissi lunare 27 luglio 2018 oggi | orari e dove vederla in Italia

La notte tra il 27 e il 28 luglio il cielo diventerà rosso sangue per 103 minuti per quella che gli astronomi chiamano la più lunga eclissi lunare del secolo, e in giro per l’Italia si moltiplicano le iniziative per poterla osservare nelle condizioni migliori (La notizia nel dettaglio)

L’eclissi avverrà nella serata tra il 27 e il 28 luglio 2018.

Il fenomeno sarà visibile in Italia e in tutto il resto dell’Europa, oltre che in Asia, Australia, Antartide, Africa, Medio Oriente, nell’Oceano Pacifico Atlantico e in America del Sud.

Eclissi lunare 27 luglio 2018 | orari

In Italia secondo la NASA la luna comincerà a oscurarsi a partire dalle 19.14 fino a trovarsi completamente in penombra.

La fase di totalità dovrebbe verificarsi tra le 21 e 30 e le 23 e 13, con il momento di maggiore oscuramento della Luna previsto per le 22 e 22. La fine dell’eclissi avverrà all’una e trenta del 28 luglio.

Al contrario dell’eclissi solare, quella di luna può essere osservata a occhio nudo senza ripercussioni.

Questo perché la luna ha una luminosità meno intensa di quella del sole e non danneggia gli occhi.

Un meteo favorevole è necessario per riuscire a vedere al meglio l’eclissi lunare.

Almeno per quanto riguarda l’Italia, il clima estivo di questi giorni dovrebbe assicurare un cielo terso su tutta la penisola, permettendo di osservare al meglio il fenomeno.

Come indicazione generale, per godersi al meglio il fenomeno astronomico si consiglia di scegliere un luogo che permetta una chiara visione del cielo notturno, possibilmente su un’altura e lontano dall’inquinamento luminoso delle città.

Eclissi luna 27 luglio 2018  | dove vederla

Ma dove guardarla?

A Roma

A Roma le alture migliori per questo scopo sono il Gianicolo, la Terrazza del Pincio e lo Zodiaco a Monte Mario, ma ottimi punti possono essere anche le spiagge, lontane dall’inquinamento luminoso della città.

Se vi interessa, invece, partecipare a una serata osservativa particolare, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, il Parco archeologico del Colosseo e Virtual Telescope Project propongono una serata guidata di osservazione dell’eclissi e di Marte in opposizione dal Tempio di Venere.

Dalle ore 21 alle 24 si potrò prendere parte a una serata di osservazione pubblica nel cuore dell’antico impero romano, a pochi passi dall’Anfiteatro Flavio e dall’Arco di Costantino. Ci saranno dei telescopi a disposizione per ammirare l’evento.

L’ingresso è all’angolo Via Sacra di Piazza del Colosseo.

L’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) organizza invece una speciale serata astronomica mettendo a disposizione i propri telescopi e un planetario digitale itinerante. L’appuntamento è a Frascati, in Villa Torlonia.

La serata è intitolata “La notte della luna & del pianeta rosso” e permetterà ai partecipanti di osservare l’eclissi lunare più lunga del secolo sotto la guida degli esperti operatori dell’ATA.

Sotto la cupola gonfiabile dell’associazione, inoltre, gli operatori mostreranno il cielo alle varie latitudini e in varie epoche grazie a dei video immersivi a 360°. Un viaggio nel tempo e nello spazio per diffondere la cultura scientifica.

L’Ex Dogana di San Lorenzo invita a osservare l’eclissi dalle ore 20 grazie a telescopi e radiotelescopi, accompagnando la serata con “magia e musica”.

Uscendo dalla città, l’appuntamento è a Ostia Antica per l’iniziativa organizzata dall’associazione “Ostia Antica Viva” che dalle 21 alle 23 e trenta vedrà aprire le porte del Castello di Giulio II per un’osservazione con cannocchiali insieme agli astronomi dell’Accademia delle Stelle e con il patrocinio del Parco Archeologico di Ostia Antica. L’entrata è prevista per piazza della Rocca.

A Milano

L’officina del Planetario di Milano Ulrico Hoepli organizza una serata di osservazione ai giardini pubblici Indro Montanelli a partire dalle 21, mettendo a disposizione dei telescopi o lasciando la possibilità di portare il proprio.

La terrazza Radio Rooftop Milano situata al decimo piano dell’hotel ME Milan Il Duca permette di godersi lo spettacolo dell’eclissi di luna prendendo al contempo un drink con gli amici.

Il Teatro Franco Parenti organizza Luna rossa ai Bagni Misteriosi, Concerto in piscina a ritmo di salsa e bolero. L’entrata costa 15 euro e comprende sia la balneazione notturna che il concerto, in scena dalle 18 alle 23 in via Carlo Botta.

Appuntamento anche sul Monte Stella e alla Cascina Linterno.

In provincia, l’Abbazia di Mirasole di Opera organizza un’osservazione guidata dell’eclissi con i telescopi di AstroMirasole. L’entrata è gratuita, con la possibilità di cenare a buffet dalle 19 e 30, al costo di 15 euro.

A Torino

La famosa basilica di Superga che troneggia sulla città è l’ideale per avere una visuale ottima sull’eclissi di luna. In alternativa, è molto consigliato anche il Colle del Nivolet, considerato uno dei posti più bui di tutta Italia e dunque perfetto per evitare l’inquinamento luminoso della città.

Nelle altre città

A Varese troviamo una serata organizzata dall’Osservatorio astronomico G. V. Schiapparelli, a partire dalle 20 e 30 al Belvedere Paolo VI del Sacro Monte. Partecipazione gratuita e accompagnata da una conferenza astronomica sul fenomeno.

A Padova, dall’alto della Torre del Museo La Specola si può osservare l’eclissi sia a occhio nudo che con dei telescopi. Sono in programma sei turni di visita, per gruppi di massimo 25 persone.

A Ferrara c’è un concerto  di Zentilin con sonate di Beethoven, Debussy, Satie, Chopin e letture di poesie ispirate dalla luna nella loggia del giardino della palazzina Marfisa d’Este in corso Giovecca 170.

Bologna l’ Osservatorio di astrofisica e scienza dello spazio ha in programma una serata dedicata all’ osservazione del cielo e dell’eclissi.

A Napoli l’ Osservatorio Astronomico di Capodimonte presenta una serata speciale con conferenza di astronomi, osservazione dell’eclissi di luna ed aperitivo sotto le stelle.

Sulle isole

A Catania in Piazza Europa si organizza un’osservazione diretta dell’eclissi grazie ai telescopi forniti dal gruppo astrofili e al contempo una proiezione del fenomeno su un grande schermo. Appuntamento anche ad Acrireale e Scicli.

A Silius si tiene l’evento EclisSilius 2018, organizzato dalla sede INAF di Cagliari alla località Is Alineddus. In cima a una collina panoramica si terranno osservazioni e laboratori per bambini.

Sulle montagne

In Valle d’Aosta, l’osservatorio astronomico e planetario di Lignan Saint Barthelemy è aperto al pubblico dalle 21 alle 24 per una conferenza speciale e l’osservazione dell’eclissi con i telescopi.

In Trentino Alto Adige, invece, è il Rifugio Malga Cioca di Madonna di Campiglio a trasformarsi in un osservatorio con possibilità di fare aperitivo o cenare con formaggi e altre prelibatezze locali. La risalta con la cabinovia Tulot è alle ore 19, il rientro tra le 22 e le 24.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus