Me
Scioperi aerei luglio 2018 | Voli cancellati | Date | Voli garantiti
Condividi su:
sciopero aerei 21 luglio 2018
Tutti gli scioperi di luglio 2018

Scioperi aerei luglio 2018 | Voli cancellati | Date | Voli garantiti

26 Lug. 2018
sciopero aerei 21 luglio 2018
Tutti gli scioperi di luglio 2018

Sciopero aerei luglio 2018 | A luglio 2018 migliaia i voli sono stati cancellati a causa dello sciopero di varie compagnie aeree e del personale di alcuni scali. 

Il regolamento sull’aviazione civile vieta di indire scioperi nel mese di agosto, è per questo che le agitazioni sindacali i concentrano nel mese di luglio.

Scioperi luglio 2018:

• 21 luglio: sciopero Enav, Vueling, Blue Panorama

Sabato 21 luglio sarà un giorno nero per il traffico aereo. Migliaia di passeggeri rimarranno a terra a causa dello sciopero del personale Vueling e Blue Panorama.

Inizialmente lo sciopero riguardava anche i controllori di volo dell’Enav, che però è saltato, dal momento che è stato siglato “l’accordo per il rinnovo della parte economica del contratto dei controllori di volo e del personale amministrativo con aumenti medi sia sulle voci fisse sia su quelle variabili della retribuzione”. A riferirlo è il coordinatore nazionale del trasporto aereo della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, dopo la riunione al ministero dei Trasporti con Enav.

L’accordo raggiunto prevede inoltre nuove assunzioni di personale entro il 2019 e il rinnovo del contratto collettivo nazionale del trasporto aereo, la cui trattativa si aprirà la prossima settimana per tutte le categorie del settore”.

Nello stesso giorno anche il personale di volo e di terra delle compagnie aeree Vueling e Blue Panorama incrociano le braccia.

Lo sciopero durerà dalle 0.00 alle 23.59 del 21 luglio

A questo link le informazioni utili su cosa fare in caso di cancellazione dei voli Blue Panorama

A questo link le informazioni utili su cosa fare in caso di cancellazione dei voli Vueling

• 25 e 26 luglio: sciopero Ryanair

Il 25 e il 26 luglio sono giornate nere per chi vola con Ryanair. L’85 per cento dei passeggeri che aveva comprato un biglietto della compagnia irlandese, ha visto cancellato il proprio volo.

La causa di questo sciopero, che si preannuncia il più grosso della storia di Ryanair, è l’agitazione sindacale del personale di cabina di Belgio, Portogallo e Spagna.

Sono 600 in tutto i voli cancellati e riguarderanno circa 50mila passeggeri. Si tratta del 12 per cento del traffico aereo totale di Ryanair.

Ryanair ha comunicato di aver offerto ai passeggeri interessati “l’opportunità di essere riassegnati su un volo alternativo operante entro sette giorni prima o dopo il 25 e il 26 luglio”.

I clienti “possono anche ricevere un rimborso completo dei loro biglietti”.

Il giorno 18 Luglio tutti i passeggeri a cui sono stati cancellati voli sono stati avvisati via email e SMS riguardanti le opzioni possibili di rimborso o di cambio volo gratuito. A questo link è possibile controllare lo stato del proprio volo.

A questo link ci sono invece le informazioni utili su cosa fare in caso di cancellazione dei voli Ryanair

A questo link le informazioni utili su cosa fare in caso di cancellazione dei voli Ryanair

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus