Me

Afghanistan, attentato dei Taliban contro convoglio dell’intelligence: 5 morti

Un terrorista alla guida di un veicolo si è fatto esplodere nella parte ovest di Kabul, quattro giorni dopo l'attacco all'aeroporto della capitale

Immagine di copertina
Credit: Afp

Almeno 5 persone sono morte e altre 6 sono rimaste ferite in un attentato suicida che nella prima mattina di giovedì 26 luglio 2018 ha colpito un convoglio di agenti dell’intelligence dell’Afghanistan, nella parte ovest di Kabul.

A darne notizia è la polizia afghana. L’attentato è stato rivendicato dai Taliban.

Quattro delle vittime erano membri della Direzione nazionale della sicurezza, il servizio di intelligence afghano. Due dei morti e alcuni dei feriti sono civili.

Al momento dell’esplosione, intorno alle 5 del mattino ora locale (le 2 di notte in Italia), i funzionari dell’intelligence stavano tornando  da una missione.

Secondo le autorità locali, l’autore dell’attacco kamikaze era “molto probabilmente” alla guida di un veicolo che trasportava esplosivi.

L’attentato arriva due giorni dopo che cinque razzi sono stati sparati in una zona residenziale di Kabul, ferendo almeno tre persone. In quel caso non c’è stata alcuna rivendicazione di responsabilità.

Il 22 luglio, inoltre, un attentatore suicida si è fatto esplodere nei pressi dell’aeroporto internazionale della capitale dell’Afghanistan, uccidendo almeno 23 persone e ferendone 107.

L’attacco è stato rivendicato dal sedicente stato islamico o Isis, che ha dichiarato di aver preso di mira il vicepresidente afghano Abdul Rashid Dostum, tornato a Kabul dopo oltre un anno di esilio.

I militanti Taleban e dell’Isis hanno ripetutamente compiuto attacchi mortali nella capitale afgana, trasformandolo in uno dei luoghi più pericolosi del paese.