Me
Una cameriera ha scagliato a terra un cliente che le ha palpeggiato il sedere
Condividi su:
video cameriera palpeggiata

Una cameriera ha scagliato a terra un cliente che le ha palpeggiato il sedere

In rete sta circolando un video che mostra la reazione di una cameriera alla "palpatina" di un cliente del ristorante dove stava lavorando

22 Lug. 2018
video cameriera palpeggiata

In rete sta circolando un video che mostra la reazione di una cameriera alla “palpatina” di un cliente del ristorante dove stava lavorando.

La ragazza si chiama Emelia Holden, ha 21 anni e viene dalla Georgia, dove serve ai tavoli nel ristorante VinnieVanGoGo’s della città di Savannah.

Emelia è stata molestata da un cliente che le ha toccato il sedere mentre era di spalle controllando gli ordini.

Appena sentita la mano dell’uomo, Emelia si è girata di scatto e, come mostrano le telecamere di sicurezza del locale, lo ha afferrato prima per la maglietta e poi lo ha scaraventato a terra cominciando ad urlargli energicamente contro.

“Tutte le donne devono avere il diritto di vestirsi liberamente e soprattutto quello di difendersi”, ha dichiarato la ragazza commentando il video.

La sua speranza è che tutte le donne che dovessero subire molestie possano seguire il suo esempio: “Ciò che voglio è che le donne sappiano che è giusto difendersi da sole”, ha detto.

“Hai tutto il diritto di indossare quello che vuoi e sicuramente hai tutto il diritto di difenderti”, ha concluso Emelia.

Ecco il video delle telecamere di sicurezza del ristorante VinnieVanGoGo’s che mostra la reazione della cameriera alla molestia del cliente:

Leggi anche: Quel giorno in cui un ginecologo mi molestò durante una visita

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus