Me

Enrico Mentana parla del suo giornale online: “Accetterò soprattutto non giornalisti”

Il direttore del Tg La7 vuole lanciare un nuovo quotidiano online fatto interamente da giovani che sia diretto ad un pubblico generalista per dare un'opportunità a chi non ha garanzie 

Immagine di copertina
Enrico Mentana

Il direttore del Tg La7, Enrico Mentana, ha fornito ulteriori dettagli sul suo progetto di lanciare un nuovo quotidiano online fatto interamente da giovani attraverso un post pubblicato su Facebook.

Già il primo annuncio del direttore del Tg La7 aveva creato scompiglio sui social: “È giunto per me il momento di fare qualcosa di tangibile: far nascere un quotidiano digitale realizzato solo da giovani regolarmente contrattualizzati”, aveva scritto Mentana su Facebook.

L’obiettivo del direttore di Mentana è quello di dare un’opportunità ad alcuni ragazzi di una generazione a cui le opportunità sono state in gran parte negate.

“La generazione degli anni ’50 e ’60” ha potuto realizzare il sogno di fare i giornalisti, quel che è ormai precluso anche ai più bravi tra i giovani di oggi. Fuori tanti giovani, potenzialmente più che meritevoli, aspettano in piedi e senza garanzie”.

In un nuovo post su Facebook, Mentana ha comunicato le modalità attraverso cui presentare la propria candidatura.

Secondo quanto dichiarato in un’ultima intervista, il direttore vuole creare “un giornale generalista che abbia tutte le notizie importanti al loro posto, che deve avere l’ambizione di un giornale che sia leggibile per tutti”.

“Spero di creare un’idea di giornale che si sostenga sulla pubblicità”, continua Enrico Mentana.

“Voglio essere sicuro di poter fare bene, perché dopo tutte le aspettative che si sono create sarebbe un suicidio dar vita a un giornale gracile”.

Poi il direttore spiega chi saranno i componenti della sua nuova redazione.

“I giornalisti che assumerò saranno essenzialmente praticanti. Accetterò soprattutto non giornalisti, persone che non sono ancora giornalisti, saranno praticanti perché non posso avere delle persone che non sono a regola col contratto”.

“So che mettere insieme una redazione vuol dire comporre un mix e ce l’ho in mente, da costruire in base alle professionalità nuove che trovo”.

Il ruolo di Mentana però non sarà quello di direttore: “Ho contratto come direttore Tg La7, non avrebbe senso un giornale che ha bisogno di una levatrice di 63 anni”.