Me
Ascolti tv martedì 17 luglio 2018 | Cinque milioni per The Good Doctor | Auditel di ieri sera
Condividi su:
Ascolti tv martedì 17 luglio 2018
The Good Doctor, in onda su Rai 1

Ascolti tv martedì 17 luglio 2018 | Cinque milioni per The Good Doctor | Auditel di ieri sera

I dati di ascolto della giornata, canale per canale

18 Lug. 2018
Ascolti tv martedì 17 luglio 2018
The Good Doctor, in onda su Rai 1

Ascolti tv martedì 17 luglio 2018 | Auditel ieri sera | The Good Doctor | Ti Amo in Tutte le Lingue del MondoCesare Cremonini – Una notte a San Siro 

Un ottimo risultato in termini di share per The Good Doctor, la serie tv su un giovane chirurgo autistico con la sindrome di Savant, andato in onda su Rai 1 in prima serata, che ha conquistato 5.230.000 spettatori pari al 27,8 per cento di share. Ti Amo in Tutte le Lingue del Mondo è stato invece seguito da 1.739.000 spettatori pari all’8,9 per cento di share.

A ottenere il 4,1 per cento di share è invece Cesare Cremonini – Una notte a San Siro, andato in onda su Rai2, visto da 803mila spettatori.

Risultato migliore per Transformers su Italia 1, che ha raggiunto 1.145.000 spettatori, per il 6,5 per cento di Share).

Su Rai3 è andato invece in onda Rocky, con 947.000 spettatori, che ha guadagnato uno share del 4,8 per cento.

A seguire, su Rete4 Delitto sulla Loira – Il mistero del corpo senza testa raggiunge 748mila spettatori con il 3.8 per cento di share.

Il programma di prima serata di La7, In Onda, ha registrato 946mila spettatori per uno share del 4,8 per cento.

Una quota di telespettatori più bassi invece Su Tv8, con Io e Marley che raggiunge 329mila spettatori (l’1,7 per cento),  e su Nove, con La vera storia di Jack lo Squartatore visto da 312mila spettatori con l’1,6 per cento.

E ancora, sul 20 Today You Die con 233mila spettatori e l’1,2 per cento, su Rai4 Segnali dal Futuro con 387mila spettatori e il 2 per cento, e su La5 Temptation Island viene seguito da 431mila spettatori e il 2,7 per cento di share.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus