Me
La diciassettenne che la Nasa vuole mandare su Marte
Condividi su:
Alyssa Carson Marte
Credits: Wikimedia Commons

La diciassettenne che la Nasa vuole mandare su Marte

La statunitense Alyssa Carson insegue il sogno di diventare astronauta dall'infanzia

18 Lug. 2018
Alyssa Carson Marte
Credits: Wikimedia Commons

È nata nel 2001 la ragazzina di Baton Rouge, Louisiana che potrebbe essere la prima persona a camminare su Marte. Si chiama Alyssa Carson e, da quando aveva 3 anni, ha solo un sogno all’orizzonte: diventare un’astronauta ed essere tra quelli che andranno su Marte.

Alyssa, che ha 17 anni e frequenta un liceo in quattro lingue, ha già terminato la Advanced PoSSUM Academy, il programma per ragazzi delle superiori e dell’università interessati alla ricerca atmosferica e al volo spaziale con equipaggio.

Questo fa di lei la più giovane apprendista astronauta ad aver mai ottenuto una certificazione ufficiale che le permette di andare nello spazio.

Graduated Advanced Possum Academy. This was such a great week & a great group of people.

Une publication partagée par Alyssa Carson (@nasablueberry) le

Negli ultimi anni, Alyssa è stata presente a 3 lanci dello Space Shuttle, è stata 3 volte alla Space Academy e una alla Robotics Academy. È stata la più giovane studentessa a terminare la Advanced Space Academy, oltre a essere stata la prima persona a frequentare i 3 Space Camps organizzati dalla NASA negli Stati Uniti, in Canada e in Turchia.

In tasca Alyssa ha quello che viene chiamato il “Passaporto NASA”: la ragazza ha infatti visitato tutti i 14 diversi centri per visitatori presenti negli Stati Uniti.

Intervistata da Teen Vogue, Alyssa ha detto: “Ho fatto la stessa cosa che fa ogni bambino, ossia tenere in mente un tipo di carriera, desiderare di diventare una maestra o di fare il presidente. Ma l’ho guardata così: ho sempre desiderato diventare un’astronauta, andare su Marte, tornare, diventare un’insegnante o fare il presidente”. A ispirarla è stata un cartone animato per bambini di Nickleodon, Gli Zonzoli.

So grateful for the past few days to be doing final frontier space suit egress testing out of an Orion capsule. Thankful to the amazing team and everyone involved! Can’t wait till next time

Une publication partagée par Alyssa Carson (@nasablueberry) le

Se Alyssa è ancora troppo giovane per poter inviare la propria candidatura alla NASA e dovrà aspettare i 18 anni prima di farlo, sembra che l’agenzia spaziale statuitense l’abbia già adocchiata.

Nel 2013, quando aveva soltanto 12 anni, Alyssa è stata chiamata a Washington DC per discutere le future missioni umane su Marte per NASA TV.

Nel 2017, poi, è apparsa nel film indipendente “The Mars Generation“, presentato al famoso Sundance Film Festival, che racconta la storia di 14 partecipanti a uno Space Camp che sognano un giorno di camminare sul Pianeta Rosso.

Inoltre, la ragazza è stata scelta per essere una dei sette ambasciatori di Mars One, la missione che punta a stabilire una colonia umana su Marte entro il 2030.

Per ora è la più giovane ragazza ad aver mai inviato la propria candidatura all’International Space University, la cui sede si trova vicino a Strasburgo, in Francia.

Se continua così, Alyssa Carson potrebbe partecipare alla spedizione su Marte pianificata per il 2033, quando avrà 32 anni.

La missione prevederà la ricerca di vita aliena, oltre che vari esperimenti scientifici condotti sul Pianeta Rosso e i primi tentativi di far crescere del cibo sul terreno di Marte.

Nel frattempo, la futura astronauta tiene aggiornato un profilo instagram, @nasablueberry, in cui si descrive come “Future Mars Walker / Astronaut Trainee”, e un blog dallo stesso nome,  dal quale incoraggia i coetanei, ma soprattutto le coetanee, ad appassionarsi di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica.

Looking forward to be speaking at the Women’s Conference

Une publication partagée par Alyssa Carson (@nasablueberry) le

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus