Me
Donna precipita con l’auto da una scogliera e sopravvive sette giorni bevendo l’acqua del radiatore
Condividi su:
donna scogliera acqua radiatore
La scogliera dove è stata ritrovata la donna

Donna precipita con l’auto da una scogliera e sopravvive sette giorni bevendo l’acqua del radiatore

17 Lug. 2018
donna scogliera acqua radiatore
La scogliera dove è stata ritrovata la donna

Una donna americana è stata vittima di uno spaventoso incidente che poteva costargli la vita. Angela Hernandez è caduta giù da un scogliera della California con la sua auto facendo un volo di oltre 60 metri.

Rimasta una settimana intrappolata sul fondo della scogliera, la donna è riuscita a sopravvivere bevendo acqua dal radiatore del suo veicolo distrutto.

Dopo 7 giorni la donna è stata individuata da una coppia di escursionisti che poco prima avaevano visto un Suv in parte sommerso dall’acqua vicino alla scogliera. Una volta trovata Angela i due hanno immediatamente chiamato i soccorsi.

Una volta tratta in salvo è stata ricostruita la dinamica dell’incidente: la 23enne di Portland stava andando a trovare sua sorella Isabel a Lancaster, quando per evitare un animale è finita fuori strada ed è caduta giù dalla scogliera nella zona di Big Sur.

Una scomparsa denunciata dai partenti e che aveva attirato l’attenzione dei media locali: le ultime notizie, prima del ritrovamento, riferivano di un video registrato da alcune telecamere di videosorveglianza a un’ottantina di chilometri dal luogo in cui è stata ritrovata.

I soccorritori, una volta giunti sul posto, l’hanno liberata dalle lamiere e sono riusciti a farle scalare la scogliera per poi elitrasportarla in ospedale.

Angela, sempre cosciente, è quindi arrivata al Pronto Soccorso dove dopo gli accertamenti del caso non sono stati individuati particolari traumi. Solo una ferita alla spalla.

Non si sa se e cosa abbia mangiato in questa settimana, quel che è certo è che ha bevuto l’acqua del radiatore del suo veicolo distrutto per dissetarsi, ha spiegato la polizia.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus