Me

Una donna americana ha messo in vendita la figlia di due anni per poco più di mille dollari

Immagine di copertina
La donna americana che ha messo in vendita la figlia di 2 anni

Una donna americana ha messo in vendita la figlia di due anni in cambio di poco più di mille dollari. Una proposta choc avanzata da una madre 25enne del Texas a diversi uomini con l’unico intento di guadagnare qualcosa.

“Ti vuoi divertire con mia figlia?”, scriveva la donna a perfetti sconosciuti sui social network allegando al messaggio anche una foto della piccola.

La madre infatti utilizzava soprattutto internet per entrare in contatto con gli uomini. Ma Sarah Marie Peters, questo il suo nome, non sapeva però che dall’altra parte dello schermo, a ricevere gli inviti, c’erano anche degli agenti sotto copertura della polizia americana.

Gli investigatori si sono infatti finti pedofili interessati alla piccola per poter incastrare la donna.

Dopo diversi messaggi, gli agenti hanno quindi incastrato la donna arrestandola lo scorso febbraio: la 25enne pensava di incontrare un uomo che avrebbe pagato per la bimba, invece, una volta scesa da un autobus a Conroe, ha trovato le forze dell’ordine ad aspettarla.

La bambina è stata ovviamente immediatamente posta sotto la custodia dei servizi di protezione dell’infanzia statali e ora vive in un ambiente sicuro e protetto.

Sarah Marie Peters davanti al giudice invece si è dichiarata colpevole ed è stata condannata a 40 anni di reclusione con anche l’accusa di favoreggiamento della prostituzione e ovviamente non potrà più avere alcun contatto con la figlia.

Oltre a quella della bambina la donna avrebbe inviato agli sconosciuti anche le foto di altre giovani ragazze che avrebbe avuto sotto controllo con fini di prostituzione.