Me
4 cose che non devi mai dire durante un colloquio di lavoro
Condividi su:
colloquio di lavoro cose da non dire
Colloquio di lavoro, 4 cose che non devi mai dire | TPI

4 cose che non devi mai dire durante un colloquio di lavoro

Ci sono molti passi falsi che, con un po' di preparazione, possono essere facilmente evitati, in modo da fare una buona impressione ai selezionatori

15 Lug. 2018
colloquio di lavoro cose da non dire
Colloquio di lavoro, 4 cose che non devi mai dire | TPI

I colloqui di lavoro sono a dir poco difficili da affrontare, e in molte persone generano ansia e paura. Proprio questi stati d’animo portano spesso i candidati a commettere errori banali, evitabili, di cui sul momento magari loro stessi non si rendono conto.

Quando ci si trova sotto pressione è più difficile restare lucidi. Anche per questo, gli esperti hanno messo insieme alcuni consigli che sarebbe sempre opportuno seguire.

Alcune possono risultare ovvi, ad esempio arrivare in orario o vestirsi nella maniera più consona possibile, ma altri sono meno scontati e hanno a che fare con le risposte che i recruiter vogliono sentirsi dare.

Ci sono molti passi falsi che, con un po’ di preparazione, possono essere facilmente evitati.

Intervistati dal magazine Glamour, due esperti – Dale Williams, amministratore delegato e specialista nel recruiting, e Sinead Bunting, che lavora per il portale “Monster”, che raccoglie annunci di offerte di lavoro – hanno rivelato le quattro cose che bisognerebbe evitare  di dire o fare durante un colloquio.

Mai dire che il tuo punto debole è il perfezionismo

Una delle domande più comuni – e temute – di un colloquio di lavoro è: “Qual è la tua più grande debolezza?”

Si potrebbe essere tentati di rispondere: “La mia debolezza è che sono un perfezionista”. Gli esperti, tuttavia, sostengono che sia una delle peggiori risposte da dare. Secondo Williams, ciò è dovuto al fatto che il datore di lavoro è sempre alla ricerca di qualcuno che sia onesto e trasparente.

Rispondere a una domanda del genere mettendosi in buona luce, quindi, porta all’effetto opposto. Molto meglio rivelare una vera debolezza e spiegare in che modo si sta provando a imparare a gestirla.

Non parlare troppo male del tuo precedente lavoro

Se ti senti frustrato nel tuo attuale lavoro, o il tuo precedente impiego non si è concluso bene, potresti essere tentato di parlarne negativamente quando ti viene chiesto perché stai cercando una nuova posizione, ma tieni a mente che è meglio non esagerare.

Williams spiega che è importante “essere il più diplomatico possibile”; se ci si fa scappare un commento negativo, è meglio bilanciare la cosa menzionando anche aspetti positivi del precedente impiego.

Fai sapere che stai cercando lavoro anche altrove

Quando ti viene chiesto da un potenziale datore di lavoro se ti stai guardando in giro, la risposta naturale sembra essere: “no”.

Secondo Williams, in realtà, dire che si sta cercando solo quel lavoro porta i selezionatori a pensare di avere di fronte una persona o molto pigra o bugiarda.

Meglio essere onesti e dire che stai provando a tenerti aperte diverse opzioni.

Evita di parlare delle ferie

Le vacanze potrebbero fare capolino nel colloquio di lavoro come argomento di discussione, ma è meglio tenersene alla larga. Se da una parte è molto importante fare delle domande al recruiter, parlare delle ferie potrebbe farti apparire come uno scansafatiche

“Stai per iniziare un nuovo lavoro, e non devi apparire come uno che non vede l’ora di sparire di nuovo”, dice Bunting.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus