Me
Governo M5S-Lega: quali vip si sono schierati a favore e quali contro
Condividi su:
Governo vip

Governo M5S-Lega: quali vip si sono schierati a favore e quali contro

A poco più di un mese dall'insediamento del nuovo esecutivo sono già molti i personaggi pubblici che si sono esposti

06 Lug. 2018
Governo vip

A poco più di un mese dal suo insediamento, il governo guidato dal premier Giuseppe Conte e sostenuto da Lega e Movimento Cinque Stelle ha già portato diversi vip italiani, tra cui cantanti, attori e personaggi dello spettacolo, a schierarsi a favore o contro.

Contro

Il caso più recente è quello degli artisti che hanno aderito all’iniziativa contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, lanciata dal magazine musicale Rolling Stone.

Il periodico, edito da Luciano Bernardini De Pace editore, ha chiamato a raccolta alcuni tra i nomi più noti del mondo della musica, del cinema e dello spettacolo in generale per schierarsi contro il leader della Lega.

Tra i cantanti e le band hanno aderito: Subsonica, Caparezza, Lo Stato Sociale, Elisa, Vasco Brondi, Emma Marrone, Negramaro, Fiorella Mannoia, Gazzelle, Gemitaiz, Motta, Francesca Michielin, Ermal Meta, Roy Paci, Mauro Pagani, Tommaso Paradiso, Lele Sacchi, Selton, Tedua e Tre Allegri Ragazzi Morti.

Nel cinema: Gabriele Muccino, Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Marco D’Amore, Fandango di Domenico Procacci, Marcello Fonte, Daniele Vicari, Andrea Occhipinti.

Nella tv e radio: Linus, Costantino della Gherardesca, Fabio Fazio, Daria Bignardi, chef Rubio.

Nel mondo del giornalismo l’appello è stato raccolto da Barbara Serra, Michele Serra, Valentina Petrini. Tra gli scrittori ha aderito Sandro Veronesi. E poi i fumettisti Gipi, Makkox e Zerocalcare.

Tra coloro che hanno aderito all’iniziativa, Rolling Stone ha riportato anche il nome di Enrico Mentana, direttore del TgLa7.

Il diretto interessato ha però smentito con un post su Facebook, spiegando di essere stato contattato dal direttore del magazine, Coppola, ma di aver declinato.

Recentemente oltre 200 tra intellettuali, professionisti di vari settori e membri della società civile (ma la lista è in continuo aggiornamento e il numero aumenterà in maniera considerevole) hanno firmato una lettera di denuncia contro le politiche dell’esecutivo Lega-M5s sui migranti.

A favore

Ma non sono mancati anche i personaggi dello spettacolo che si sono schierati a favore dell’attuale governo.

“Non sono assolutamente d’accordo con chi semplifica dicendo che questo sia un governo razzista”, ha dichiarato qualche settimana fa l’attore Riccardo Scamarcio.

Il cantautore Daniele Silvestri, storicamente schierato a sinistra, aveva invece duramente criticato la decisione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di respingere la nomina del professor Paolo Savona a ministro dell’Economia: decisione che per qualche giorno sembrava aver precluso la nascita del governo Lega-M5S.

In precedenza due icone della musica italiana, come Orietta Berti e Rita Pavone, hanno espresso il loro sostegno al governo.

Berti da tempo ha reso nota la sua simpatia per il Movimento Cinque Stelle e ha recentemente dichiarato di essere soddisfatta dell’accordo con la Lega.

Pavone ha invece criticato su Twitter i Pearl Jam per la cover di Imagine suonata nel concerto allo stadio Olimpico di Roma e abbinata al messaggio “aprite i porti”.

A favore del governo si è schierata anche l’attrice Claudia Gerini.

“I primi passi sono stati buoni a mio avviso”, ha dichiarato, dicendosi anche favorevole al censimento sui Rom prospettato dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

“Non mi sembra una mossa razzista ma ottima”, ha osservato Gerini.

La showgirl Valeria Marini ha reso noto di aver votato alle elezioni politiche per la Lega.

“Salvini sta sta facendo un ottimo lavoro anche sull’immigrazione”, ha sottolineato.

Il comico Jerry Calà, poi, su Twitter, ha attaccato Renzi e il Pd, manifestando allo stesso tempo solidarietà nei confronti dell’attuale governo e provando a rintuzzare gli attacchi che vengono lanciati all’esecutivo gialloverde.

Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi D Maio, ha condiviso il tweet, riesumando un vecchio tormentone di Calà per mostrare tutta la sua approvazione nei confronti del tweet dell’attore: “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi!”.

Le squadre

Vip contro il governo

Subsonica, Caparezza, Lo Stato Sociale, Elisa, Vasco Brondi, Emma Marrone, Negramaro, Fiorella Mannoia, Gazzelle, Gemitaiz, Motta, Francesca Michielin, Ermal Meta, Roy Paci, Mauro Pagani, Tommaso Paradiso, Lele Sacchi, Selton, Tedua, Tre Allegri Ragazzi Morti.

Gabriele Muccino, Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Marco D’Amore, Fandango di Domenico Procacci, Marcello Fonte, Daniele Vicari, Andrea Occhipinti.

Linus, Costantino della Gherardesca, Fabio Fazio, Daria Bignardi, chef Rubio.

Barbara Serra, Michele Serra, Valentina Petrini, Sandro Veronesi, Gipi, Makkox, Zerocalcare.

Vip a favore del governo

Riccardo Scamarcio, Jerry Calà, Rita Pavone.

Valeria Marini, Orietta Berti, Claudia Gerini.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus