Me

Una ragazza pubblica la lista di cose da fare per aiutarla quando le prende un attacco di panico

Una ragazza americana ha pubblicato sul suo profilo Twitter una lista di indicazioni per il suo ragazzo da utilizzare quando viene assalita da un attacco di panico

Immagine di copertina

Kelsey Darragh è una ragazza americana, volto noto di BuzzFeed, che ha condiviso su Twitter una lista scritta per il suo ragazzo in cui ha elencato le cose da fare per aiutarla quando viene colpita da un attacco di panico.

Le tecniche che la ragazza adotta per se stessa quando si trova ad affrontare questo disturbo d’ansia sono state condivise da tante persone che soffrono del suo stesso problema.

La gran parte delle persone che soffre di questo disturbo nei momenti di attacchi di panico sente il bisogno di sapere che ci sia qualcuno al loro fianco pronti ad aiutarli.

Darragh ha stilato questa lista per il suo fidanzato, che nei quindici punti dell’elenco di consigli, può trovare le indicazioni che servono per aiutarla in caso di emergenza.

Kelsey ha chiesto al suo ragazzo di parlare spesso di questi attacchi di panico di cui lei soffre di modo da poter capire  sempre meglio che cosa funziona meglio e quali sono le cose utili da fare per aiutarla a superare gli attacchi.

Ecco la lista (in 15 punti) di Kelsey Darragh per superare gli attacchi di panico

1. Sappi che sono spaventata e non sarò in grado di spiegarti il perché, quindi per favore non averne paura;

2. Guarda se le mie medicine sono nelle vicinanze e assicurati che la prenda;

3. Gli esercizi di respirazione mi abbatteranno, ma sono vitali: prova a farmi sincronizzare il respiro con il tuo;

4. Suggeriscimi gentilmente cose da poter fare insieme per distrarmi (Non dirmi di che cosa ho bisogno o cosa dovrei fare, e ascoltami se dico di no a qualcosa);

5. Per via del panico, potrei avere disturbi dissociativi: ricordami che mi è già successo e che passerà!

6. Raccontami alcuni fatti divertenti su di me o sulla nostra vita insieme che mi faranno sorridere

7. Qualche sorso d’acqua può essere utile, ma non dirmi che devo mangiare o bere perché, credimi, è come se stessi per vomitare;

8. Respira insieme a me;

9. Se possiamo andarcene da dove siamo, portami a casa;

10. Per favore, cerca di essere davvero molto gentile con me: non mi riconosco e sono imbarazzata, e mi sento già colpevole, quindi per favore non essere arrabbiato con me;

11. A volte un lungo, grande abbraccio mi potrà far sentire al sicuro;

12. Aiutarmi a respirare: sarà difficile ma è così importante!;

13. Se sto davvero male, chiama mia madre, mia sorella o la mia migliore amica;

Campagna regione lazio

14. Non dirmi di combattere il panico. Piuttosto, lascia che mi attraversi. Più io cerco di controllarlo, o tu provi a controllarlo, peggio sarà;

15. Prova empatia verso di me. Potresti non prendere mai il panico, ma hai preso me.Una volta che passa, parlane con me. Cerchiamo di capire cosa abbiamo fatto e cosa possiamo fare la prossima volta.

Gli attacchi di panico colpiscono il 3,5 per cento della popolazione mondiale.

In Italia quasi 10 milioni di persone soffrono di questo disturbo legato anche all’ansia in maniera sistematica.

Le donne sono i soggetti più a rischio.

Nel 30 per cento delle persone questo disturbo sparisce spontaneamente, in un altri casi le persone che soffrono di attacchi di panico sentono il bisogno di una terapia specifica e delle colte anche prolungata.