Me

Vitalizi, il sondaggio M5s su Facebook: la casta batte Fico e rimuovono il post

Nella "sfida" sul taglio dei vitalizi lanciata sui social dal Movimento la Casta ha vinto sul presidente della Camera e il post è scomparso

Immagine di copertina
Lo screenshot del post pubblicato dal Movimento 5 stelle ora rimosso

Sul profilo social del Movimento 5 stelle è stato pubblicato un sondaggio in cui veniva chiesto agli utenti della rete di prendere una posizione sul tema dei vitalizi.

Nel sondaggio da una parte c’era il presidente della Camera, Roberto Fico e la delibera che presentato sul taglio dei vitalizi e dall’altra gli ex parlamentari contrari al taglio dell’assegno vitalizio, quella che il Movimento definisce “Casta”.

A vincere la “sfida” social pubblicata dal M5s è stata proprio la Casta che ha battuto Fico con oltre il 60 per cento dei consensi.

Dopo la vittoria inaspettata per i grillini, il post su Facebook è stata improvvisamente rimosso.

Ma alcuni utenti hanno diffuso su Facebook gli screenshot del sondaggio scomparso dove si vede chiaramente il punteggio ottenuto da Roberto Fico, al di sotto del 40 per cento, e quello guadagnato invece dagli ex parlamentari rappresentati nel post da Fausto Bertinotti, Cirino Pomicino, Massimo D’Alema e Ciriaco De Mita che si attesta invece oltre il 60 per cento.

Nel post pubblicato su Facebook per lanciare il sondaggio il M5s aveva scritto: “Noi pensiamo che i vitalizi siano un privilegio indecente e Roberto Fico si sta impegnando per eliminarli. La casta non è d’accordo e addirittura vorrebbe denunciarlo per questo. Voi da che parte state?”.

La deputata del Partito Democratico Alessia Morani ha pubblicato su Twitter l’immagine del sondaggio che era stato pubblicato scrivendo: “M5s cancella il sondaggio con risultati pro-casta” – “Quando i sondaggi non vanno come vuole il M5s guardate cosa succede! Lo hanno tolto! Si può essere più ridicoli?”.

“Il risultato del sondaggio ufficiale M5S — ha aggiunto anche Luciano Nobili, deputato Pd — dimostra che anche chi li ha votati non vuole prese in giro. Ora che sono al potere si aspettano reddito di cittadinanza e flat tax non certo caccia ai migranti e propaganda sui vitalizi. Chi di casta ferisce, quando diventa casta, perisce”.