Me
L’isola proibita agli uomini dove possono andare in vacanze solo le donne
Condividi su:

L’isola proibita agli uomini dove possono andare in vacanze solo le donne

In Finlandia un'isola diventerà un resort per le vacanze dove avranno accesso solo le donne, ma solo dopo aver affrontare un colloquio via Skype

30 Giu. 2018

SuperShe è l’isola privata della Finlandia che, a partire dall’estate del 2018, diventerà un luogo di villeggiatura aperto soltanto alle donne.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’isola si trova a 90 chilometri di distanza da Helsinki, la capitale finlandese.

L’idea è stata di un’imprenditrice convinta che la presenza degli uomini nei momenti di relax in vacanza possa disturbare la quiete e il benessere delle vacanziere.

L’ideatrice Kristina Roth, sul suo blog SuperShe, ha spiegato come è nato il progetto.

Durante una vacanza estiva l’imprenditrice si era resa conto che alcune donne, in presenza degli uomini, non riuscivano a godersi pienamente il momento di relax. Accortasi di questo ha deciso di creare un luogo dove le donne potessero pensare solo a se stesse.

Il suggerimento dell’isola disponibile a realizzare il suo progetto le è arrivato proprio dal suo compagno.

Per prenotare la vacanza in questo resort non è sufficiente essere soltanto di sesso femminile, ma bisogna prima affrontare un colloquio via Skype e diventare socie del club di SuperShe. 

Il costo della vacanza su questa isola esclusiva sarà di circa 2.850 euro per una settimana, tutto incluso.

Le prenotazioni sono aperte sul sito Supershe di Kristina Roth.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus