Me
Il murale che può essere fotografato solo da chi ha almeno 20mila followers su Instagram
Condividi su:
murale foto influencer

Il murale che può essere fotografato solo da chi ha almeno 20mila followers su Instagram

L'opera di street art preclusa a tutti coloro che hanno meno di 20 mila followers è protetta da una guardia di sicurezza

28 Giu. 2018
murale foto influencer

A Los Angeles, negli Stati Uniti, esiste un murale protetto da una guardia di sicurezza che solamente gli influencer dei social media con più di 20mila followers sono autorizzati a fotografare o a mettersi in posa per uno scatto davanti al muro dipinto.

Nell’opera di street art sono raffiguarate delle ali, un cuore e le parole “City Of Angels”. Il murale si trova a West Hollywood, protetto da una guardia giurata, e avvolto in un lenzuolo bianco, secondo quanto riporta The Independent .

Scovato per la prima volta dal reporter Justin Caffier, a cui è stato concesso l’accesso, twittando poi una foto di se stesso davanti all’opera.

L’opera sembra essere il lavoro di una misteriosa azienda chiamata Like And Subscribe, e un cartello davanti al display incoraggia gli influencer a taggare il nome utente su Instagram e Twitter .

“Deludente vedere alcuni influencer arrabbiarsi per il murale”, ha twittato Like And Subscribe in risposta al diffuso oltraggio sui social media, dove l’utente Rachel Mayes ha scritto “non è nemmeno un bel murale”.

L’iniziativa ha ricevuto molte critiche sui social network, l’ideatore del murales ha detto che è proprio la reazione che avrebbe voluto e che si aspettava di provocare.

La produzione di  Like And Subscribe è della piattaforma di streaming Go90.

Jack Wagner, il creatore, ha dichiarato “sono rimasto sorpreso che non sia stato distrutto la prima notte e ha spiegato che la serie sarà una satira degli influencer sui social media e che il murale doveva generare esattamente la reazione che ha generato”.

Il murale in sé non è niente di che, la scritta love, City of Angels, il cuore e le ali possono essere considerati nell’insieme anche banali, ma è bastato renderlo esclusivo per attirare l’attenzione da parte di tutti.

Il disegno è coperto da un telo che viene tolto solo dopo che la guardia si è accertata dell’effettivo numero di followers della persona che vuole scattare una foto davanti ad esso.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus