Me

Un attore comico nigeriano ha annunciato di voler sposare la sua bambola gonfiabile

Ultimamente l'artista è stato visto mentre si recava al cinema, a fare shopping o partecipava a qualche incontro pubblico sempre accompagnato dalla sua "sex doll" di nome Tontoh Shaa

Immagine di copertina

Un attore e musicista nigeriano sta facendo parlare di sé in patria e non solo dopo aver dichiarato di avere una relazione sentimentale stabile con una bambola gonfiabile.

Si tratta dell’attore comico e rapper Benjamin Nwachukwu, conosciuto dai suoi fan con lo pseudonimo di Shuga Shaa, mentre la sua “sex doll” si chiama Tontoh Shaa.

La bambola di Shuga Shaa è curata nei minimi dettagli, sfoggia una fluente parrucca bionda, ha unghie perfette, indossa gioielli costosi, “si mette” il profumo e da poco ha perfino la sua automobile personale.

Ultimamente l’artista è stato visto mentre si recava al cinema, a fare shopping o partecipava a qualche incontro pubblico sempre accompagnato dalla bambola.

Alcuni fan di Shuga Shaa hanno espresso tutto il loro disappunto e disgusto per la scelta del comico, definendolo come un “pazzo” e uno “psicopatico”.

Altri, invece, l’hanno buttata sul ridere e hanno bonariamente preso in giro l’attore per questa scelta certamente poco convenzionale.

Shuga Shaa ha raccontato alla BBC che sua madre è a conoscenza della sua relazione con Tontoh Shaa e che la cosa non le dispiace affatto.

Il comico ha aggiunto che ha in programma di sposare la bambola.

“Tontoh Shaa è una donna e dovrebbe essere trattata come tale”, ha detto Shuga Shaa.

“Mi dà pace mentale, nessun problema e non c’è possibilità di soffrire di crepacuore per lei”, la spiegazione dell’attore.

Dopo aver acquistato la bambola, Shuga Shaa aveva dichiarato di essere felice di non dover più condividere “le fidanzate degli altri”, avendone adesso una tutta sua.

Questo è il post su Instagram nel quale Shuga Shaa annunciava l’arrivo, o meglio l’acquisto, di Tontoh Shaa:


Le bambole gonfiabili hanno visto un incredibile aumento di popolarità negli ultimi tempi.

Le vendite online di questi sex toys, prodotti in particolare in Cina, sono infatti aumentate in media del 50 per cento anno all’anno negli ultimi cinque anni.

Recentemente è stato creato un prototipo di “sex doll” parlante chiamato Xiaodie, dotato di una porta WiFi che può rispondere ai comandi verbali o ricevere istruzioni tramite un’app del telefonino.

Il modello costa circa 25 mila yuan, circa quattromila dollari, molto più delle bambole “classiche” che hanno un prezzo medio di circa 2.500 yuan, circa 400 dollari.

Leggi anche: Perché un “bordello clandestino” di sex doll a Parigi è diventato un caso