Me

Harry Potter, questa teoria cambierà radicalmente il vostro modo di guardare il film

Dopo questa nuova "analisi" cambierà la percezione che hai del personaggio protagonista Harry

Immagine di copertina
Harry Potter

I fan della saga del più celebre mago al mondo hanno formulato una teoria che capovolgerebbe la percezione e il giudizio che abbiamo di Harry Potter.

La personalità tratteggiata dalla scrittrice J.K. Rowling fornisce un’immagine di Harry molto compassionevole, orfano e solo, che si ritrova a sfidare tutte le avversità con coraggio e determinazione.

Ma per alcuni fan Harry Potter non sarebbe un povero sfortunato, bensì un ragazzo audace, sicuro, abile nello sport, bravo a scuola senza nemmeno studiare e, escludendo le prime difficoltà, un ragazzo che ha comunque avuto sempre la fortuna di incontrare persone che si sono prese cura di lui. Insomma, un giovane ricco, che i fan definiscono come il tipico “figlio di papà”.

Alla faccia dei fan verrebbe da dire, ma sicuramente visto da questa prospettiva il personaggio di Harry Potter cambia.

Gli utenti del web si sono scatenati provocando una serie di commenti che delineano sempre più la figura di un nuovo Harry Potter, che rispecchia lo stereotipo del ragazzino privilegiato.

Ecco alcuni dei commenti raccolti dal sito Mashable:

“Harry Potter non è un nerd, è un atleta. Non si è mai impegnato molto a scuola, imbrogliava costantemente con i compiti. Era una star dello sport. Alla fine si è unito alla polizia/mondo militare”

Altri membri di Reddit hanno aggiunto:

“È anche il preferito del preside Silente, che ha sempre fatto in modo che la sua Casa (Grifondoro) vincesse qualcosa. Insieme alla sua gang ha portato a scuola sostanze illegali, ignorato il coprifuoco e si è introdotto nelle sale comuni delle altre case. È anche schifosamente ricco e ha sposato la sua ragazza del liceo”.

Poi ci sono anche i fan del mago più famoso al mondo più fedeli, che tentano di difendere l’immagine del loro piccolo eroe, dicendo che ha avuto il suo riscatto dopo una triste infanzia.