Me

L’Academy invita 928 artisti: tra i nuovi membri anche Guadagnino, Bellocchio e le sorelle Rohrwacher

Gli artisti che ricevono la candidatura a un Oscar sono automaticamente considerato pre-approvati dall'Academy, altrimenti almeno due membri devono proporre il nome dell'artista

Immagine di copertina
Le sorelle Rochwacher

La Academy of motion pictures arts and sciences, che vota per gli Oscar, ha invitato 928 artisti  a entrare a far parte dell’organismo.

Tra coloro che hanno ricevuto l’invito, la metà sono donne e un terzo appartiene a delle minoranze.

L’invito è stato ricevuto da molti italiani, tra cui Luca Guadagnino, Marco Bellocchio,  Alice e Alba  Rohrwacher, il compositore Carlo Siliotto (The Punisher, La misma luna), i montatori Valerio Bonelli, Walter Fasano e Cristiano Travaglioli (Youth).

La mossa si inserisce nel piano per raddoppiare il numero di donne e minoranze etniche nella Academy entro il 2020.

I movimenti  #OscarsSoWhite e #MeToo hanno criticato sui social l’organismo per l’alto numero di membri bianchi e maschi.

Nel 2017 la Academy aveva 774 membri, molti dei quali donne, 683 nel 2016 e 322 nel 2015. Se i nuovi inviti ricevuti da 928 artisti dovessero essere tutti accettati, il numero dei membri dell’Academy raggiungerebbe 9226 membri, stabilendo così un nuovo record.

L’invito a diventare membri dell’Academy è inviato a quegli artisti che lavorano nel campo del cinema, i cui film sono usciti nelle sale. La procedura di iscrizione si apre una volta l’anno e i nomi devono prima essere approvati dal Consiglio di amministrazione.

Gli artisti che ricevono la candidatura a un Oscar sono automaticamente considerato pre-approvati dall’Academy. In alternativa, almeno due membri devono proporre il nome dell’artista, che può essere o meno accolto nel corso di una riunione plenaria dei membri di ogni categoria.

L’ultimo step per accedere all’Academy prevede l’approvazione del Consiglio, a cui spetta la decisione finale.

Nel 2018 il compositore Stufjan Stevens e l’attore Timothée Chalamet hanno ricevuto l’invito sulla base delle candidature per “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino.

L’attore messicano Eugenio Derbez, l’attrice israeliana Hiam Abbass e Carlo Siliotto sono stati invece segnalati da due membri e approvati in sessione plenaria e dal Consiglio.

Essere invitati a far parte dell’Academy vuol dire anche attenersi ad un rigido regolamento, pena l’espulsione, la rimozione di una candidatura .

In fase promozionale, per esempio, gli artisti non possono effettuare telefonate non sollecitate, inviare regali o inviti personali a membri dell’Academy per favorire la propria candidatura.

Inoltre non è permesso divulgare i dvd dei film che tutti i membri votanti dell’Academy ricevono prima delle votazioni o si rischia l’accusa di pirateria.