Me

È morta Esther Judith Singer, moglie di Italo Calvino

Era stata lei a tradurre le opere del marito contribuendo alla loro diffusione. Dopo morte di Calvino ne aveva curato l'eredità letteraria

Immagine di copertina
Esther Judith Singer con il marito Italo Calvino

È morta a 93 anni Esther Judith Singer, traduttrice e vedova del grande scrittore Italo Calvino. A dare la notizia della morte, avvenuta a Roma, è stata la casa editrice Einaudi.

Esther Judith Singer era una traduttrice ed era nata nel 1925 a Buenos Aires, in Argentina.

Conosciuta come Chichita, aveva incontrato Calvino nel 1962. I due si erano sposati all’Avana, capitale cubana, due anni dopo.

La loro relazione non era solo sentimentale, ma anche professionale.

Era proprio Chichita a tradurre i libri del marito, contribuendo al diffondersi planetario delle opere di Calvino, tra cui Palomar, Il sentiero dei nidi di ragno e Il Barone rampante.

Chichita era anche la custode dell’eredità letteraria di Calvino: dopo la sua morte, avvenuta nel 1985, ha seguito assiduamente le varie edizioni delle sue opere.

Da vedova ha continuato a vivere nella casa dove viveva insieme al marito, a Campo Marzio, nel cuore di Roma.