Me

Su WhatsApp sta circolando una pericolosa truffa: svuota i conti correnti

Immagine di copertina
La popolare applicazione WhatsApp

Truffe, truffe e ancora truffe. Anche sullo Smarthphone. In particolare via WhatsApp, l’applicazione per scambiarsi messaggi più utilizzata in Italia e non solo.

L’ultimo raggiro si sta diffondendo in queste ore: un messaggio da una sedicente banca Unicredit che chiede di aggiornare i dati del nostro conto corrente per “non incorrere in una immediata chiusura per problemi burocratici”.

Una volta cliccato sul link si finisce in una pagina web con grafica molto simile a quella del sito di Unicredit. Somiglianza che potrebbe far cadere nella truffa gli utenti meno esperti.

Una volta sulla pagina infatti viene chiesto di immettere le credenziali del proprio servizio di e-banking e il gioco è fatto: la vittima così facendo consegna al proprio truffatore i dati per effettuare bonifici in uscita e per farsi svuotare il conto.

Come evitare questi raggiri? Prima di tutto bisogna ricordare, sempre, che la propria banca non manda messaggi via Whatsapp, e di certo non per mandarci comunicazioni così importanti.

“UniCredit non chiede mai via messaggio o via mail ai propri utenti di inviare password o altre informazioni personali di identificazione”, ha spiegato l’istituto di credito in una nota ufficiale, chiarendo come non ci siano stati impatti economici per i propri correntisti vittime del raggiro.

Quasi sempre, infatti, dopo aver carpito i dati di accesso dell’home banking i truffatori fanno partire bonifici quantomeno sospetti, verso l’estero e per importi molto consistenti. Queste operazioni fanno insospettire le banche, che telefonano sempre al cliente chiedendogli conferma.

Chi pensa di essere rimasto vittima del tranello può chiamare il numero verde gratuito di Unicredit 800 57 57 57 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 14.