Me
Scontro Saviano-Salvini, Fico interviene: “Chi si oppone alle mafie va protetto”
Condividi su:
fico saviano salvini
Credit: AFP PHOTO / ANDREAS SOLARO

Scontro Saviano-Salvini, Fico interviene: “Chi si oppone alle mafie va protetto”

Sulla possibilità di togliere la scorta allo scrittore e giornalista Roberto Saviano paventata dal ministro Salvini è intervenuto il presidente della Camera Roberto Fico

22 Giu. 2018
fico saviano salvini
Credit: AFP PHOTO / ANDREAS SOLARO

Il ministro dell’Interno Salvini di recente si è espresso sulla possibilità di togliere la scorta allo scrittore Roberto Saviano.

“Saranno le istituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, anche perché mi pare che passi molto tempo all’estero”, ha commentato il ministro ospite del programma tv Agorà su Raitre.

“Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione”.

Ma il ministro Salvini può revocare la scorta di Roberto Saviano? Qui la risposta.

Il ministro ha poi commentato nuovamente la vicenda sul suo profilo Facebook.

Al ministro dell’Interno, Saviano ha risposto con un video pubblicato sul profilo Facebook. Qui l’articolo con il video integrale.

Dopo 12 ore è intervenuto anche il il presidente della Camera Roberto Fico, durante la formazione delle commissioni parlamentari, affidando il suo pensiero alla sua pagina Facebook:

“L’Italia è il Paese che ha nel suo ventre tre fra le più grandi organizzazioni criminali internazionali: mafia, camorra, ‘ndrangheta. Tutti i cittadini, gli imprenditori e gli intellettuali che hanno avuto il coraggio di denunciare e opporsi alla criminalità organizzata devono essere protetti dallo Stato”.

“Spero che al più presto questo male che rovina la vita a migliaia di persone, si infiltra nell’economia e talvolta nelle istituzioni, possa essere definitivamente sradicato – continua il leader dell’ala ortodossa del Movimento – diventando così solo un brutto ricordo. In questo modo nessuno dovrà più essere scortato perché finalmente libero”.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus