Me
Maturità 2018 | Seconda prova | Esami di stato | Miur
Condividi su:
seconda prova maturità 2018
Il 21 giugno si svolge la seconda prova degli esami di maturità 2018

Maturità 2018 | Seconda prova | Esami di stato | Miur

Il 21 giugno 2018 oltre mezzo milione di studenti italiani si confrontano con la seconda prova, che varia a seconda degli indirizzi scolastici. Ecco tutto ciò che c'è da sapere

21 Giu. 2018
seconda prova maturità 2018
Il 21 giugno si svolge la seconda prova degli esami di maturità 2018

Seconda prova maturità 2018 | Esami di stato | Come si svolge la prova | Voto | Le date delle altre prove | 

Il 21 giugno 2018 gli studenti italiani si trovano ad affrontare la seconda prova degli esami di maturità 2018, prova diversa a seconda dell’indirizzo scolastico. Sono oltre 500mila gli studenti di ultimo anno delle scuole superiori che quest’anno affrontano gli esami di stato, che iniziano mercoledì 20 giugno.

Come ogni anno fanno parte della commissione sei professori, 3 interni e 3 esterni e un presidente, anch’esso esterno.

Qui la diretta con gli aggiornamenti in tempo reale sulle tracce della seconda prova.

Ma in cosa consiste la seconda prova? Quali sono le materie della seconda prova nei diversi indirizzi? Come si svolge l’esame? Qui tutto quello che c’è da sapere sulla seconda prova degli esami di maturità 2018:

Le materie della seconda prova

La seconda prova è il secondo scritto dell’esame di Stato, ed è incentrata su una delle materie più importanti, caratterizzanti del proprio percorso di studi. Ogni anno il Miur sceglie le materie che sono oggetto della seconda prova.

Ecco quali sono le materie della seconda prova degli esami di maturità 2018, indirizzo per indirizzo:

Licei

Le materie scelte per la seconda prova sono: greco per il liceo classico.

Matematica per lo scientifico, anche per l’opzione Scienze applicate.

Lingua e cultura straniera 1 per il Liceo linguistico.

Scienze umane per il Liceo delle Scienze umane, anche per l’opzione Economico sociale.

Discipline artistiche e progettuali caratterizzanti l’indirizzo di studi per il Liceo artistico.

Teoria, analisi e composizione al Liceo musicale.

Tecniche della danza al Liceo coreutico.

Istituti tecnici

Tra le materie scelte per i Tecnici: Economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing.

Lingua inglese nell’opzione Relazioni internazionali per il marketing e nell’indirizzo Turismo.

Estimo per l’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio.

Meccanica, macchine ed energia per l’indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia.

Sistemi e reti per l’indirizzo Informatica e telecomunicazioni.

Progettazione multimediale per l’indirizzo Grafica e comunicazione.

Economia, Estimo, Marketing e legislazione per l’indirizzo Agrario.

Istituti professionali

Tra le materie scelte per i Professionali: Scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera.

Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva nell’articolazione Accoglienza turistica.

Tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo Servizi commerciali.

Tecnica di produzione e di organizzazione nell’indirizzo Produzioni industriali e artigianali – articolazione Industria.

Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione per l’indirizzo Manutenzione e Assistenza tecnica.

Come si svolge la prova

I commissari fanno l’appello, dopo di che proseguono con l’apertura dei plichi che contengono le tracce scelte dal Miur e passano alla distribuzione del compito.

Gli studenti hanno a disposizione un numero di ore diverso a seconda degli indirizzi scolastici.

Nella maggior parte delle scuole la prova si svolge in un giorno e ha la durata di 6 ore, ma ci sono delle eccezioni: la prova del liceo classico, che quest’anno è greco, dura 4 ore, mentre quella nei licei artistici si svolge in un massimo di tre giorni, per 6 ore al giorno.

Voto

Il voto della seconda prova, come quello delle altre tre prove, è espresso in quindicesimi. Il massimo è 15 punti, mentre la sufficienza si ottiene con un minimo di 10.

Il voto della prima prova si somma a quello delle altre due prove scritte (in quindicesimi), al voto del colloquio orale (espresso in trentesimi) e al voto di ammissione (i crediti ottenuti nel triennio precedente per un massimo di 25 punti). Ogni studente ha la possibilità di accedere a 5 punti bonus.

Il voto finale dell’esame è espresso in centesimi. Il voto minimo è 60. Possono ottenere la loto gli studenti che sono stati ammessi agli esami con 25 punti di credito e hanno ottenuto 45 punti alle prove scritte e 30 punti all’orale, senza bonus, e che hanno ottenuto almeno l’8 in tutte le materie e in condotta negli scrutini finali della terza, quarta e quinta superiore.

La prima prova: le tipologie di tema

La prova di italiano, che si tiene il 20 giugno e inaugura gli esami di stato 2018, inizia alle ore 8.30 e ha una durata di 6 ore.

Esistono 4 tipologie di tracce: analisi del testo (traccia A), saggio breve o articolo di giornale (traccia B), tema storico (traccia C), tema attualità (traccia D).

• Analisi del testo: si tratta della tipologia considerata più difficile dagli studenti.

• Saggio breve o articolo di giornale: è una delle tracce più gettonate, e comprende tracce di diversi ambiti (socio-economico, storico-politico, artistico-letterario, tecnico-scientifico)

• Tema storico: si tratta di una traccia più specifica, che presuppone conoscenze più approfondite in ambito storico.

• Tema di attualità: anche questo è uno dei più gettonati, dal momento che permette di spaziare tra gli argomenti di stretta attualità. Occorre aver letto molti giornali e aver seguito i principali temi di attualità per svolgerlo.

Le date degli Esami di Stato 2018

La prima prova, lo scritto d’italiano, è prevista per mercoledì 20 giugno alle 8.30 e dura 6 ore. La seconda prova, che quest’anno consiste in matematica allo scientifico e greco al classico, si tiene il giorno successivo, 21 giugno.

La terza prova, che varia di classe in classe, stabilita dalla stessa commissione, si tiene lunedì 25 giugno. La quarta prova, che riguarda solo i licei e gli istituti tecnici sperimentali, si tiene invece giovedì 28 giugno.

Le commissioni

Per trovare la commissione della propria classe basta visitare questo link e inserire nel motore di ricerca la provincia e l’indirizzo della propria scuola per risalire alla commissione.

Gli studenti in queste ore sono alla frenetica ricerca di informazioni sui commissari, in particolare tramite social network. A questo link il gruppo Facebook Maturità 2018, dove tenersi aggiornati con tutte le info utili.

Materie esterne, indirizzo per indirizzo

Per quanto riguarda il liceo classico, sono esterni i professori di lingua e cultura greca, lingua e cultura straniera e scienze naturali. Al liceo scientifico invece matematica, lingua e cultura straniera e scienze naturali. Per quanto riguarda le materie esterne al liceo linguistico quest’anno tocca a lingua e cultura straniera 1, lingua e cultura straniera 3 e scienze naturali.

Le materie affidate ai commissari esterni al Liceo Scienze Umane indirizzo tradizionale sono: scienze umane, lingua straniera, scienze naturali , mentre al Liceo Scienze Umane opzione economico sociale sono: diritto ed economia politica, scienze umane, lingua straniera 2.

Agli studenti del liceo artistico tocca invece lingua e letteratura italiana, lingua e cultura straniera e matematica.

Gli studenti del liceo coreutico e musicale dovranno fare i conti con i commissari esterni per le materie lingua e letteratura italiana, lingua e cultura straniera e storia dell’arte. Per quanto riguarda le materie esterne per l’indirizzo Amministrazione, finanza e marketing saranno economia aziendale, lingua inglese, economia politica.

Le materie esterne per l’istituto tecnico turistico della maturità 2018 sono: Lingua inglese, Diritto e legislazione turistica Seconda lingua comunitaria

I commissari scelti dal Miur per l’istituto Meccanica, Meccatronica ed energia (articolazione Meccanica e Meccatronica e per l’opzione tecnologie dell’occhiale e per quella tecnologie e materie plastiche) sono invece: lingua e letteratura italiana, lingua inglese e sistemi e automazione. Per l’articolazione energia i commissari esterni sono: lingua e letteratura italiana, lingua inglese, impianti energetici, disegno e progettazione.

Per quanto riguarda l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica, la scelta delle materie esterne cambia a seconda dell’indirizzo di studi. Per l’indirizzo Costruzione del Mezzo: lingua e letteratura italiana, meccanica, macchine e sistemi propulsivi e elettrotecnica, elettronica e automazione.

Per l’articolazione Conduzione del Mezzo: Lingua e letteratura italiana, elettrotecnica, elettronica e automazione, meccanica e macchine.

Per l’opzione Conduzione di Apparati e Impianti Marittimi: lingua e letteratura italiana, elettrotecnica, elettronica e automazione, scienze della navigazione struttura e costruzione del mezzo navale.

Le materie esterne per l’esame 2018 dell’istituto professionale alberghiero cambiano a seconda dell’articolazione e dell’opzione: per l’articolazione enogastronomia opzione prodotti dolciari artigianali e industriali: scienze dell’alimentazione e analisi cont.li microbiologici alimentati, lingua inglese e diritto e tecniche amministrative.

Per l’articolazione servizi di sala e di vendita: scienza e cultura dell’alimentazione, lingua inglese, diritto tecniche amministrative della struttura ricettiva.

Per l’articolazione accoglienza turistica: diritto tecniche amministrative della struttura ricettiva, lingua inglese, scienza e cultura dell’alimentazione.

E infine: per l’Istituto professionale per i servizi commerciali le materie esterne sono: lingua e letteratura italiana, lingua inglese e diritto ed economia.

Per l’indirizzo Servizi commerciali curvatura promozione commerciale pubblicitaria: lingua e letteratura italiana, lingua inglese, diritto ed economia. Per l’indirizzo Servizi commerciali curvatura turismo: lingua inglese, tecniche professionali dei servizi commerciali, diritto ed economia.

Per l’indirizzo servizi commerciali opzione promozione commerciale e pubblicitaria: lingua e letteratura italiana, lingua inglese, economia aziendale

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus