Me

Una “pioggia” di gamberetti e stelle marine si è abbattuta sulla Cina

Il fenomeno potrebbe essere stato causato da una tromba marina in grado di risucchiare gli animali e trasportarli per chilometri

Immagine di copertina
Una delle foto pubblicate sui social

La scorsa settimana i cittadini della città di Quingdao, in Cina, hanno assistito ad un fenomeno metereologico molto particolare.

A causa di un violento temporale che si è abbattuto sulla città, gli abitanti si sono ritrovati molluschi e crostacei sulle macchine e sulle strade.

Il fenomeno è certamente raro, ma non è così inspiegabile come si potrebbe pensare. Il temporale potrebbe essere stato causato dalla tromba marina, un fenomeno metereologico che si verifica quando un tornado si sviluppa o sorvola uno specchio d’acqua.

La tromba che si crea in questi casi è in grado di risucchiare pesci o altri esseri marini che vengono portati in superficie dalle correnti.

Il vento è poi in grado di trasportare le creature a centinaia di metri lontano dal mare, fino ad arrivare in una città, come è accaduto in Cina.


Eventi simili si erano già verificati negli ultimi 2 anni in Messico, negli Stati Uniti, nello Sri Lanka e anche in Iran.

“Certo, non piovono rane o pesci come se piovesse acqua, nessuno ha mai visto rane o pesci evaporare nell’aria prima di una pioggia”, ha spiegato la Biblioteca del Congresso statunitense.

“Tuttavia, venti forti come quelli di un tornado o di un uragano, sono abbastanza potenti da sollevare animali, persone, alberi e case. È possibile che possano risucchiare un banco di pesci o di rane e farli ‘piovere’ altrove”.

I cittadini di Quingdao hanno immortalato l’evento pubblicando sui social una serie di foto che mostrano gli animali marini caduti dal cielo.

Su Twitter gli utenti hanno iniziato a pubblicare dei tweet in cui descrivevano la sorprendente “pioggia ai frutti di mare”che si era abbatutta sulla città.

Tra gli scatti diffusi sui social c’è anche l’immagine di un polpo che cade direttamente dal cielo.

In questo caso, però, si è trattato di un fotomontaggio, come rivelato dall’Indepentent.

Il quotidiano britannico ha anche avanzato una seconda ipotesi per spiegare lo strano fenomeno metereologico.

I molluschi e i crostacei ritrovati sulle automobili, spiega il quotidiano, potrebbero essere stati trasportati dal vento, ma invece che provenire dal mare arriverebbero da un grande mercato di pesce della città.