Me
Il cinema America torna a piazza San Cosimato. Regione Lazio “Splendida notizia, battaglia vinta”
Condividi su:

Il cinema America torna a piazza San Cosimato. Regione Lazio “Splendida notizia, battaglia vinta”

“Bene hanno fatto i ragazzi a continuare nella loro battaglia, convinti che la scelta del Campidoglio di mettere a bando un’idea su cui nessuna risorsa comunale veniva impiegata, fosse miope e incomprensibile", ha detto la Regione Lazio

19 Giu. 2018

I ragazzi del Cinema America, associazione culturale no profit con sede a Roma guidata da Valerio Carocci, hanno comunicato oggi, 19 giugno 2018, che il cinema America torna nella storica piazza di San Cosimato con 31 serate di proiezioni di film gratuite. Alcuni giorni fa era stato diffuso il programma con le date e le nuove location per le proiezioni, gli incontri con registi e attori e i dibattiti organizzati per l’estate 2018.

Tre arene, oltre 200 proiezioni gratuite in 201 serate: dal primo giugno all’8 settembre 2018 va in scena il “Cinema in piazza“, il nuovo progetto dei ragazzi del Cinema America.

In mancanza di piazza San Cosimato, a causa della querelle con il comune di Roma, era stata individuata una nuova location, quella del Liceo Kennedy.

“È una splendida notizia quella del ritorno a Piazza San Cosimato dell’arena pubblica e gratuita ideata e fatta crescere dai ragazzi dell’associazione Piccolo Cinema America. Una battaglia vinta si potrebbe dire, dopo una vicenda convulsa e confusa che rischiava di far scomparire una esperienza culturale di grandissima qualità”, ha dichiarato Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Regione Lazio.

“Bene hanno fatto i ragazzi a continuare nella loro battaglia, convinti che la scelta del Campidoglio di mettere a bando un’idea su cui nessuna risorsa comunale veniva impiegata, fosse miope e incomprensibile. Fallito il bando, hanno cercato di nuovo il dialogo, con coraggio e determinazione. Bene ha fatto il Vicesindaco, Luca Bergamo, a riconsiderare le proprie scelte e restituire alla città un patrimonio importante. Roma oggi è più ricca grazie al protagonismo della parte migliore della città. Ai ragazzi del Cinema America l’augurio di continuare il successo ottenuto nelle edizioni precedenti. La Regione Lazio è stata ed è al vostro fianco”, conclude Smeriglio.

La programmazione che era stata organizzata nella piazza del liceo Kennedy è ora stata spostata in piazza di San Cosimato.

“Oggi ha vinto la città: dal 2 luglio il “Piccolo Cinema America” tornerà a vivere e far vivere piazza San Cosimato con 31 notti di proiezioni cinematografiche consecutive a ingresso gratuito. Si conclude così, positivamente, la lunga polemica che ha visto questa storica piazza trasteverina prima recuperata all’abbandono da 20 ragazzi che con passione la hanno animata e colorata coinvolgendo nelle ultime tre estati il cinema italiano e 170mila spettatori, e quest’anno nuovamente svuotata e abbandonata al degrado e al rumore della movida dopo che tutti gli operatori culturali della città hanno disertato il bando voluto dal Campidoglio”.

Infatti dopo la decisione dell’amministrazione Raggi di inserire nel bando dell’Estate romana la piazza trasteverina, che per tre estati consecutivi era stata la loro location, i ragazzi del Cinema America avevano lanciato il loro nuovo progetto.

Qui abbiamo spiegato tutto quello che c’è da sapere: Perché tutti stanno parlando tanto del caso Cinema America?

Le tre nuove arene che ospiteranno i tre maxi schermo dove si potranno guardare i film gratis sono una in centro, sempre a Trastevere, il secondo a Tor Sapienza, nel parco del Casale della Cervelletta, e il terzo a Ostia al porto turistico.

Oltre al cinema gratuito all’aperto i ragazzi hanno organizzato anche incontri e dibatti con importanti attori e registi, molti dei quali hanno sposato la loro causa.

Tra i più importanti: Matteo Garrone, Gigi Proietti, Asia Argento, Marco Bellocchio, Luca Zingaretti, Daniele Vicari, Riccardo Scamarcio, Claudio Amendola e Alba Rohrwacher.

Qui il programma del cinema America dell’estate 2018. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus