Me

Perché gli adolescenti olandesi sono tra i più felici al mondo

Tra gli adolescenti dei Paesi Bassi si registrano i più alti livelli di soddisfazione della vita, la scuola gioca un ruolo importante

Immagine di copertina
I dati dimostrano che i punteggi di felicità degli adolescenti olandesi sono di nuovo in aumento

I Paesi Bassi sono in cima ai paesi dell’OCSE in tema di soddisfazione di vita tra i giovani. I ricercatori hanno formulato lo studio del livello di salute nei bambini in età scolastica di quest’anno in un’analisi quadrimestrale su 48 paesi, e hanno affermano che i punteggi di felicità dei bambini olandesi sono di nuovo in aumento.

I dati sono in contrasto con la situazione di paesi come la Gran Bretagna, dove la depressione e l’ansia sono in aumento tra gli adolescenti, e negli Stati Uniti, dove il numero di giovani che si tolgono la vita è aumentato drasticamente.

Ma perché questo paese piatto e umido di 17 milioni di persone con la sua storia di calvinismo e colonialismo è così efficiente nel dare ai giovani una prospettiva ottimista?

Il dott. Simone de Roos, ricercatore presso l’ Istituto olandese per la ricerca sociale (SCP), afferma che i risultati iniziali del sondaggio composto da 90 domande di HBSC dimostra che la soddisfazione per la vita è aumentata dal 2013 tra gli adolescenti olandesi.

“Penso che i bambini olandesi abbiano interazioni generalmente positive in tutti i loro ambienti sociali”, afferma De Roos.

“Hanno un ambiente di supporto a casa, con gli amici e anche a scuola. I genitori danno molto sostegno ai figli. C’è un clima egualitario, gli insegnanti non sono autoritari e gli alunni si fidano degli insegnanti “.

I dati raccolti sono il risultato di uno studio dell’Ufficio Statistico Olandese del 2016 condotto su 4mila persone da 12 a 25 anni che hanno classificato la loro felicità a 8,4 su 10, e di un rapporto PISA del 2015.

Si nota quindi che insieme alla Finlandia e alla Svizzera, l’Olanda è “capace di combinare bene i risultati di apprendimento arrivando a studenti altamente soddisfatti “.

Anche lo stato generale della nazione aiuta: nei Paesi Bassi c’è poca disoccupazione, le disuguaglianze sono relativamente basse e l’economia è sana.

Il direttore del World Database of Happiness, il professor Ruut Veenhoven, ritiene inoltre che i giovani siano meno gravati dall’aspettativa di “essere bravi”.

“Se guardi in giro per l’ Europa , gli olandesi e i danesi sono tra i più indulgenti e concentrati sullo sviluppo dell’autonomia”, sostiene il professore.

“I bambini sono più liberi di fare quello che vogliono e nel fare ciò che vogliono sviluppano un’idea di ciò che amano veramente”.

Nonostante la reputazione del paese per il fumo della cannabis, l’Istituto Trimbos riporta una tendenza al ribasso per l’uso di alcool, droghe e fumo nei bambini olandesi tra i 12 e i 16 anni. Tali attività sono descritte dagli esperti HBSC come “comportamenti a rischio” che hanno un impatto sulla felicità.