Me
Le 20 cose possedute dalla regina Elisabetta che non ti aspetteresti
Condividi su:
regina elisabetta 20 cose

Le 20 cose possedute dalla regina Elisabetta che non ti aspetteresti

Dai cigni del Tamigi ai delfini del Regno Unito, da Regent Street ad un bancomat personale: ecco un elenco di 20 cose che solo una regina può possedere

18 Giu. 2018
regina elisabetta 20 cose

Il 9 giugno 2018 la regina Elisabetta ha festeggiato il suo 92esimo compleanno. In realtà la sovrana d’Inghilterra è nata il 21 aprile, ma ogni anno il suo compleanno si tiene il secondo sabato di giugno con la storica parata del Trooping the Colour.

L’avere ben due compleanni è solo uno dei tanti vantaggi riservati alla regina.

Ecco un elenco di 20 cose, note e meno note, di proprietà di Elisabetta II:

1. Tutti i cigni del Tamigi

regina elisabetta 20 cose

La regina Elisabetta, grande amante degli animali, detiene tecnicamente la proprietà (o comunque la comproprietà) di tutti i cigni che si trovano in acque libere dell’Inghilterra e del Galles.

La regina però esercita la sua proprietà solo su alcuni tratti del Tamigi e dei suoi affluenti e condivide la proprietà degli uccelli con la Worshipful Company of Vintners e la Worshipful Company of Dyers, secondo un accordo che risale al XV secolo.

2. Una coppia di dorgi

regina elisabetta 20 cose

La regina Elisabetta II è rimasta estremamente colpita per la morte del suo cane di razza corgi, di nome Willow, avvenuta il 15 aprile 2018.

Il cane era discendente di quattordicesima generazione del primo animale mai posseduto dalla regina, Susan, e soffriva di una malattia correlata al cancro.

La regina però possiede ancora due cani di razza dorgi, , un incrocio tra un corgi e un bassotto, di nome Vulcano e Candy.

3. Tutti i delfini del Regno Unito

regina elisabetta 20 cose

Proprio come per i cigni di cui abbiamo parlato prima, la regina ha una solida pretesa su molte delle creature acquatiche del suo paese.

Uno statuto del 1324, infatti, che ebbe origine durante il regno di Edoardo II, affermava che “Il re avrà il naufragio del mare in tutto il regno, balene e storioni catturati nel mare o altrove nel regno, tranne in certi luoghi privilegiati dal re”.

La legge è in vigore tutt’ora ed è valida, oltre che per balene e storioni, anche per i delfini  quando vengono catturati entro tre miglia dalla costa del Regno Unito.

4. Tutta la Regent Street di Londra

regina elisabetta 20 cose

Situata nel cuore del quartiere West End di Londra, Regent Street è una delle strade più famose del mondo.

È lunga circa 1,25 miglia e attraversa sia Piccadilly Circus che Oxford Circus, attirando più di 7,5 milioni di visitatori all’anno.

Regent Street fa parte della Crown Estate, che gestisce le proprietà della corona, il che significa che appartiene legalmente a Sua Maestà.

5. Metà della costa del Regno Unito

regina elisabetta 20 cose

Le proprietà immobiliari non sono le uniche che rientrano nel “portafoglio” della regina: la Crown Estate, infatti, possiede anche poco meno della metà della costa attorno a Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord.

6. Sei residenze reali

regina elisabetta 20 cose

Se Buckingham Palace, con le sue 775 camere, è la dimora principale della regina, le sue proprietà lussuose includono anche il Castello di Windsor,  Holyrood Palace, un monastero del XII secolo trasformato in palazzo reale che si trova a Edimburgo, in Scozia e il Castello di Hillsborough nell’Irlanda del Nord, che si estende su 100 acri.

La tenuta di Sandringham, dove la famiglia reale trascorre il Natale, e il castello di Balmoral, la sua tenuta estiva preferita, sono due dei beni personali della regina, che ha ereditato da suo padre.

7. Oltre 200 borsette

regina elisabetta 20 cose

La regina appare raramente senza una borsetta e la sua marca preferita è quella del lussuoso designer londinese Launer.

In particolare, Elisabetta II ama il modello Traviata, di cui possiede oltre 200 pezzi, che hanno un valore di circa 3mila euro l’uno.

8. Un bancomat privato

regina elisabetta 20 cose

Difficilmente la regina ha avuto bisogno di cercare dentro una delle sue borsette una carta di credito per andare a prelevare un po’ di contanti.

In ogni caso, se mai fosse a corto di cash, c’è un bancomat nel seminterrato di Buckingham Palace riservato esclusivamente ai membri della famiglia reale.

9. Il posto migliore a Wimbledon

regina elisabetta 20 cose

Quando nel 2010 Sua Maestà fece la sua apparizione al torneo di Wimbledon per assistere alla finale del beniamino di casa Andy Murray, in molti rimasero sorpresi.

Fu infatti la prima volta che partecipava al torneo di tennis più famoso al mondo.

Ma la Royal Box, la tribuna d’onore del campo principale di Wimbledon, è di proprietà della regina.

10. La Torre di Londra

regina elisabetta 20 cose

Il Palazzo Reale e la Fortezza della Torre di Londra, una delle attrazioni turistiche più visitate della città, fanno parte delle proprietà della Corona.

11. 150mila opere d’arte

regina elisabetta 20 cose

La regina è a capo della Royal Collection, una delle collezioni d’arte più grandi del mondo.

Anche se le opere non sono di sua proprietà, lei stessa ne ha l’amministrazione fiduciaria.

Tra gli oltre un milione di pezzi che fanno parte della collezione, ci sono circa 150mila opere, tra cui quadri di Rembrandt, Rubens e Raffaello, che sono in parte esposti in musei e in parte appesi nei palazzi reali.

12. I ritratti della regina Vittoria

regina elisabetta 20 cose

Tra le opere presenti nella Royal Collection ci sono anche ritratti personali di re e regine del passato.

Tra i più impressionanti l’album da disegno della regina Vittoria, di cui Elisabetta è la pronipote.

13. Una squadra di cavalli da corsa

regina elisabetta 20 cose

I cavalli sono stati a lungo una delle grandi passioni della regina.

Possiede una squadra di circa 30 cavalli da corsa, che in decenni di competizioni hanno collezionato ben 451 vittorie, fruttando be 9 milioni di sterline.

14. Un parco auto da oltre 10 milioni di dollari

regina elisabetta 20 cose

Spesso la regina Elisabetta è vista a bordo del suo amato Land Rover Defender, di cui negli anni ne ha cambiato circa 30 modelli.

Ma la sua collezione di auto va ben oltre e si stima che valga circa 10 milioni di dollari.

Tra queste si contano tre Rolls-Royce, due Bentley e una Range Rover Landa LBB personalizzata con la bandiera reale.

15. Una tiara ricoperta da 1333 diamanti

regina elisabetta 20 cose

Tra le molte corone in suo possesso, quella più preziosa è certamente la Diamond Diadem.

È ricoperta da 1333 diamanti, tra cui un diamante giallo a quattro carati nel centro.

Il pezzo, indossato da Elisabetta in occasione di ogni apertura del Parlamento dal 1952, è stato realizzato per Giorgio IV per la sua incoronazione del 1821.

16. Una ricca collezione Fabergé

regina elisabetta 20 cose

La regina è una grande collezionista di uova e oggetti Fabergé.

La collezione è stata iniziata dalla regina Alexandra e dal re Edoardo VII e si ritiene che oggi conti oltre 600 pezzi.

17. L’abbazia di Westminster

regina elisabetta 20 cose

L’abbazia di Westminster ha avuto un ruolo fondamentale in alcuni dei momenti più importanti della storia della corona britannica.

Oltre ad essere il set di ogni incoronazione dal 1066, ha ospitato 16 matrimoni reali e centinaia di funerali e commemorazioni.

L’abbazia di Westminster è conosciuta come “peculiarità reale”, il che significa che appartiene direttamente al monarca e non a una diocesi.

18. Hyde Park

regina elisabetta 20 cose

La regina possiede alcuni dei più famosi spazi aperti d’Inghilterra, inclusi Hyde Park, Kensington Gardens, The Regent’s Park, Primrose Hill, e The Green Park.

19. Un “Disco d’oro”

regina elisabetta 20 cose

Per non farsi mancare nulla, la Regina ha anche ricevuto un Disco d’oro: il cd del concerto per i suoi 50 anni di regno, nel 2002, ha venduto più di 100mila copie in meno di una settimana.

20. Una colonia di pipistrelli

regina elisabetta 20 cose

Il castello scozzese di Balmoral, l’unico posto nel quale la regina dice di potersi godere “il lusso di dormire nel medesimo letto per alcune settimane consecutive”.

Probabilmente non le dispiace condividere la tenuta con una colonia di pipistrelli che si sono insediati nell’ingresso principale del castello.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus