Me
La conferenza TEDx per la prima volta in un campo profughi in Kenya
Condividi su:
TEDx campo profughi
© TEDxKakuma/Tobin Jones

La conferenza TEDx per la prima volta in un campo profughi in Kenya

TEDxKakumaCamp è la prima conferenza di TEDx che si terrà in un campo profughi il 9 giugno 2018

08 Giu. 2018
TEDx campo profughi
© TEDxKakuma/Tobin Jones

Una delle conferenze realizzate da TEDx si svolgerà per la prima volta in un campo profughi.

Il raduno si svolgerà nel campo di Kakuma in Kenya e si pone come obiettivo quello di mostrare come i rifugiati possano aiutare a cambiare non solo le loro vite ma anche le comunità e i paesi in cui vivono.

TED (Technology Entertainment Design) era inizialmente una conferenza annuale che si teneva a Monterey, in California.

Dopo il successo delle riunioni, il format si è diffuso in tutto il mondo. Lo slogan delle Ted Talks è “ideas worth spreading”, vale a dire le idee che vale la pena diffondere.

Tedx sta invece per “independently organized event”, eventi organizzato quindi in maniera indipendente, da non confondere con la conferenza Ted.

Il primo evento TEDx in un campo profughi si svolgerà in una piccola città nel nord-ovest del Kenya.

TEDxKakumaCamp il 9 giugno riunirà rifugiati oltre ad altri relatori e interpreti per condividere storie di perseveranza e creatività.

L’obiettivo di TEDxKakumaCamp è quello di distaccarsi dalla classica narrativa unilaterale di sofferenza e sconforto associata ai rifugiati.

Il tema dell’evento è “prosperare”, che è anche la dimostrazione di come i rifugiati possano aiutare a cambiare non solo le loro vite ma le comunità e i paesi in cui vivono.

Kakuma è un campo profughi che esemplifica lo spirito di resilienza. Fondato nel 1992, il campo ospita oltre 185 mila fuggiti da conflitti e disastri in Sud Sudan, Somalia, Burundi e Repubblica Democratica del Congo.

Tra la massa di tende e rifugi in questa zona remota, sono emerse storie di speranza e tenacia.

Molti rifugiati hanno anche dimostrato di essere autosufficienti, creando imprese e impegnandosi in attività economiche fiorenti.

Un studio di International Finance Corporation ha rivelato che il campo di Kakuma e l’area circostante sono un mercato per oltre 56 milioni di dollari. Ci sono più di 2.000 aziende in funzione.

I rifugiati hanno un forte potere d’acquisto, commerciano con i padroni di casa della comunità locale e investono nell’acquisto di tutto, dai prodotti alimentari e cosmetici ai telefoni cellulari.

Circa il 69 per cento dei residenti del campo aveva anche accesso a Internet, permettendogli di sviluppare le loro future attività e prospettive di investimento.

In Kakuma, le storie di successo includono Mesfin Getahun, che è fuggito dall’Etiopia nel 2001, ma ora gestisce un commercio all’ingrosso di successo che gli è valso il soprannome di “milionario“.

Kakuma è anche la patria di Yiech Pur Biel, che faceva parte della prima Squadra di rifugiati nella storia a competere alle Olimpiadi, nel 2016.

Qui il video promo della TEDxKakumaCamp

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus