Me

Chef Anthony Bourdain: cinque consigli per mangiare bene al ristorante

Evitare la carne ben cotta e prediligere il martedì per andare a cena fuori: ecco alcuni dei suggerimenti dello chef statunitense Anthony Bourdain

Immagine di copertina
Lo chef Anthony Bourdain fotografato a Sydney in 2005. Credit: Fairfax Media via Getty Images

Lo chef statunitense Anthony Bourdain è stato trovato morto oggi, 8 giugno 2018, nella sua stanza d’albergo in Francia.

Bourdain aveva 61 anni e si trovava a Strasburgo per lavorare alle riprese della sua serie Parts Unknown, trasmessa sulla rete statunitense Cnn e in onda anche in Italia con il titolo di Cucine segrete.

Era legato sentimentalmente con l’attrice italiana Asia Argento, che ha commentato la morte del compagno con un tweet: “Era il mio amore, la mia roccia, la mia protezione”.

Il newyorkese Anthony Bourdain era noto anche per aver avuto un’enorme influenza sulle abitudini alimentari di molte persone in tutto il mondo.

Attraverso il suo libro Kitchen Confidential, il suo programma televisivo e gli innumerevoli articoli, ha dato diversi consigli del mondo culinario.

Ecco i cinque consigli di Anthony Bourdain utili quando si esce fuori a cena 

Il giorno migliore per mangiare fuori è martedì

“In generale martedì arriva il bello: il pesce è fresco, la fornitura di cibo preparato è nuova, e lo chef, presumibilmente, è rilassato dopo il suo giorno libero. (La maggior parte degli chef non lavora il lunedì)”, diceva Anthony Bourdain.

“Gli chef preferiscono cucinare per i clienti della settimana piuttosto che per quelli del fine settimana, preferiscono iniziare la nuova settimana con i loro piatti più creativi “, ha scritto sul New Yorker.

Ordinare una bistecca ben cotta comporta un rischio

“Le persone che ordinano la carne ben cotta inconsapevolmente ci fanno un piacere a quelli di noi (chef) che sono consapevoli dei costi: pagano il privilegio di mangiare la nostra spazzatura. In molte cucine, c’è una pratica consolidata chiamata “conserva per il ben cotto”… il filisteo che ordina il suo cibo ben cotto non noterà la differenza tra cibo e scatolette”.

Evita ristoranti con foto

“Questo è un ristorante per i turisti”, suggerisce Bourdain. “Quando sei in vacanza per capire se il ristorante che stai scegliendo è buono osserva la clientela e la presentazione del ristorante”, ha scritto sulla rivista Time.

“Vuoi andare in un posto dove c’è solo gente del posto, nessuna foto del cibo, il menu non è in inglese e ci sono persone che mangiano lì che sembrano andarci molto spesso”.

Non farti scoraggiare dai bagni sporchi 

“Prima pensavo che un bagno sporco era un segnale che in quel ristorante non dovevo mangiare, ma ho imparato che è vero il contrario: alcune delle migliori esperienze culinarie che abbia mai avuto sono state in posti che non avevano bagni puliti, sanno che il loro cibo è buono e basta”, scrisse sul Time.

Il cibo servito in aereo va ben oltre il risparmio

Bourdain parlava spesso del suo disgusto per il cibo servito dalle compagnie aeree.

“Il cibo non può essere buono, può essere commestibile, ma per quanto duramente provino nelle condizioni in cui lavorano non c’è molto che possano fare”.

“Influisce anche il cambiamento del palato come fattore”, ha dichiarato lo chef.

“Bourdain ha cambiato il modo in cui la gente pensava ai ristoranti, la sua scrittura era senza pari” ha dichiarato Corby Kummer, scrittrice su The Atlantic.