Me

Salvini sale sul bus e i passeggeri intonano “Bella ciao”

L'accoglienza polemica nei confronti del neo-ministro dell'Interno da parte di un gruppo di attivisti della Cgil su un bus navetta all'aeroporto di Fiumicino

Immagine di copertina

Il neo-ministro dell’Interno,  Matteo Salvini, appena salito su un bus navetta all’aeroporto di Fiumicino, è stato accolto da alcuni passeggeri con il canto partigiano “Bella Ciao”.

La scena è stata ripresa con uno smartphone e pubblicata sui social network. Tra i passeggeri c’erano alcuni attivisti della Cgil.

“Cantarti in faccia bella ciao no ha prezzo #salvinivattene”, ha scritto postando il video un utente presente sul mezzo.

Salvini, che era diretto a Brindisi per la campagna elettorale in vista del voto del 10 giugno, sul momento non ha reagito: ha continuato a maneggiare il suo cellulare e ha abbozzato un sorriso.

Il segretario della Lega ha poi a sua volta postato il video sul suo profilo Twitter, accompagnandolo con la scritta “un malox per i compagni della Cgil” e l’emoj sorridente.

Quella di Salvini è una figura che divide. Alcune sue dichiarazioni, in particolare sul tema immigrazione, hanno fatto molto discutere e gli hanno scatenato contro accuse di xenofobia.

Nei giorni scorsi, appena dopo aver assunto la carica di ministro dell’Interno, il leader leghista ha detto che “per gli immigrati clandestini è finita la pacchia“.

Poco dopo Salvini è stato all’origine di un incidente diplomatico tra Italia e Tunisia: il neo-vicepremier ha infatti sostenuto che che la Tunisia “esporta spesso galeotti”.

Il governo di Tunisi ha convocato l’ambasciatore italiano, Lorenzo Fanara  per comunicargli la sua “profonda sorpresa”.

Ha fatto poi molto discutere la sua mancata presa di posizione contro l’omicidio di Sacko Soumayla, l’attivista sindacale maliano ucciso in Calabria a colpi di fucile dopo che era entrato in una fabbrica abbandonata in cerca di lamiere.

Salvini è stato per questo preso di mira da una dimostrazione dei migranti in Calabria e ha risposto con un con l’hashtag #colpadisalvini su Twitter.

Il ministro ha successivamente insistito con le sue dichiarazioni contro gli immigrati clandestini.

“I clandestini devono tenere presente che per loro la pacchia è strafinita, stra-finita, hanno mangiato alle spalle del prossimo troppo abbondantemente”, ha detto.

E ancora: “Quella dei 170mila presunti profughi che in questo momento stanno guardando la televisione in albergo pagati dagli italiani è una pacchia che non ci possiamo più permettere”.

Di seguito il video dei passeggeri che intonano “Bella Ciao” quando Salvini sale sul bus navetta.

Campagna regione lazio