Me
Iliad, i giga in Europa sono 2 e non 32 come inizialmente comunicato, protesta degli utenti
Condividi su:

Iliad, i giga in Europa sono 2 e non 32 come inizialmente comunicato, protesta degli utenti

Gli utenti di Iliad, la compagnia telefonica low cost arrivata in Italia a maggio, hanno protestato dopo essersi resi conto dell'offerta effettiva. Iliad ha poi corretto la comunicazione fuorviante sul sito

05 Giu. 2018

Iliad: la protesta degli utenti per la comunicazione fuorviante | Che cos’è Iliad e cosa offre

Iliad, il nuovo operatore telefonico low cost arrivato in Italia lo scorso 29 maggio, è al centro delle polemiche a causa di una comunicazione fuorviante sul suo sito.

Inizialmente era stato scritto che nel pacchetto erano compresi, per quanto riguarda il traffico in roaming, 2 giga, oltre i 30 giga di base nazionali. Ma in realtà in Europa gli utenti Iliad possono utilizzare solo i 2 giga di dati dedicati al roaming.

I Giga a disposizione in roaming sono solo 2 e non 32, come era stato precedentemente comunicato sul sito ufficiale.

Iliad scrive, per chiarire la questione, “Se ti trovi all’estero, utilizzi una SIM Iliad e stai cercando con Google Maps di districarti tra le vie di Madrid (o di un qualsiasi altro paese estero incluso in questa lista), devi sapere che lo potrai fare senza problemi utilizzando i 2GB di traffico inclusi nell’offerta e riservati al roaming EU. Una volta raggiunto il limite dei 2GB – che supera il volume minimo di traffico dati richiesto dalla direttiva europea per il piano tariffario sottoscritto – potrai continuare a navigare ma ti verranno applicate le tariffe per il consumo dati comodamente consultabili a questa pagina“.

L’imposizione di un limite ai giga di dati utilizzabili in roaming è previsto dalla normativa comunitaria, ed è perfettamente legale.

Il problema è sorto per la comunicazione fuorviante sul sito.

Ecco gli screenshot pubblicati da Hdblog che mostrano la comunicazione prima e dopo la correzione da parte della compagnia:

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus