Me

Governo, Salvini giura davanti a Mattarella. E spunta il braccialetto del Milan | VIDEO

Il nuovo vicepresidente del Consiglio è un tifoso rossonero da sempre

Immagine di copertina
Il braccialetto di Matteo Salvini

Oggi pomeriggio Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio assieme a Luigi Di Maio, ha giurato davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Al momento della firma è spuntato da sotto al polsino del leader della Lega il braccialetto dell’Ac Milan. Salvini infatti è un grande tifoso della squadra rossonera e, evidentemente, l’ha voluto ribadire anche nel momento più alto della sua carriera politica.

Tifo per il Milan che Salvini non ha mai nascosto, anzi: tante le partite viste a San Siro e i commenti ai risultati della sua squadra del cuore via social o suoi giornali.

Un commento che fece molto discutere fu pubblicato su Facebook il 24 gennaio 2005 in seguito ai pessimi risultati del club milanese: “Io ho cominciato a tifare il Milan quando giocava in Serie B, ma la squadra di oggi fa pena, non ha gioco né cuore. Troppi soldi e poche palle, facciano giocare i ragazzi della Primavera!”, scrisse.

Oppure le parole rilasciate a tuttomercatoweb.com il 27 settembre 2017: “Le ultime sconfitte? Una squadra davvero moscia. Potevo essere anche io il mister e non sarebbe cambiato nulla. Negli anni scorsi la campagna acquisti è stata ridicola”.

L’ultima uscita calcistica che fece rumore quella fatta dopo l’eliminazione della Juventus dall’ultima Champions League per mano del Real Madrid: “Da milanista ho goduto per l’eliminazione della Juve…”, le sue parole riportate dal Corriere della Sera che scatenarono le ire dei tifosi banconeri.

Uscite che forse ora, da vicepresidente del Consiglio, non si potrà più permettere. O forse no. Staremo a vedere.