Me

Governo M5s-Lega: quali ministeri ha eliminato, e quali ha introdotto

Abbiamo comparato i nuovi ministeri con quelli della XVII Legislatura del governo Gentiloni. Ecco le principali differenze

Immagine di copertina
Credit: AFP PHOTO / Tiziana FABI

Dopo giorni di forte incertezza, culminati domenica 27 maggio con il veto di Mattarella a Paolo Savona, proposto come ministro dell’Economia, giovedì 30 maggio Giuseppe Conte (qui il suo profilo), convocato alle ore 21 al Quirinale, ha accettato senza riserva l’incarico di formare il governo e ha presentato la lista dei ministri.

Abbiamo comparato i nuovi ministeri con quelli della XVII Legislatura del governo Gentiloni.

Compaiono tre nuovi ministeri: quello dei Rapporti con Il Parlamento, che in realtà già esisteva ma che ora acquista anche la “democrazia diretta”, il Ministero per la disabilità e il Ministero per gli Affari Europei.

Il primo è un dicastero fondamentale per il Movimento Cinque Stelle, sia in chiave taglio dei costi della politica, sia, appunto, per l’elaborazione di nuove forme di democrazia diretta. Il ministro scelto è Riccardo Fraccaro, Deputato Cinquestelle e questore della Camera dei deputati.

Il secondo è il Ministero della Famiglia e per la Disabilità, affidato a Lorenzo Fontana, 38 anni. Leghista di lungo corso, iscritto al Carroccio da quando ha la maggiore età.

Il terzo ministero è quello degli Affari Esteri, affidato al tanto discusso Paola Savona, uomo chiave per la realizzazione del governo.

Sparisce invece il Ministero per lo Sport che era affidato a Luca Lotti. I ministeri dello Sviluppo Economico e Lavoro e Politiche sociali sono stati accorpati.

Coesione Territoriale e Mezzogiorno è diventato Ministero per il Sud.

Ecco cosa tutto quello che è cambiato:

Governo Movimento Cinque Stelle – Lega

Ministri senza Portafoglio

Nuovo: Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta – Ministro: Riccardo Fraccaro

Pubblica Amministrazione –Ministro: Giulia Bongiorno

Affari Regionali e Autonomie –Ministro: Enrika Stefani

Ministero per il Sud –Ministro: Senatrice Barbara Lezzi

Nuovo: Ministero per la Disabilità –Ministro: Lorenzo Fontana

Nuovo: Ministro per gli Affari Europei –Ministro: Paolo Savona

Ministri con Portafoglio

Accorpato: Ministero dello Sviluppo economico, del Lavoro e delle politiche sociali –Ministro: Luigi Di Maio

Ministero dell’Interno –Ministro: Matteo Salvini

Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale – Ministro: Moavero Milanesi

Ministero della Giustizia – Ministro: Alfonso Bonafede

Ministero della Difesa – Ministro: Elisabetta Trenta

Ministero dell’Economia e delle Finanze –Ministro: Giovanni Tria

Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali –Ministro: Gianmarco Centinaio

Ministero Infrastrutture e Trasporti –Ministro: Danilo Toninelli

Ministero dell’Ambiente – Ministro: Sergio Costa

Ministero dell’Istruzione –Ministro: Marco Bussetti

Ministero dei Beni Culturali e Turismo –Ministro: Alberto Bonisoldi

Ministero della Salute –Ministro: Giulia Grillo

E poi sottosegretario alla presidenza del Consiglio –Ministro: Giancarlo Giorgetti

Governo Gentiloni

Ministri senza portafoglio

Rapporti con il Parlamento – Ministro: Anna Finocchiaro

Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione – Ministro: Marianna Madia

Ministero degli Affari regionali – Ministro: Gentiloni

Coesione Territoriale e Mezzogiorno – Ministro: Claudio De Vincenti

Cancellato: Sport – Ministro: Luca Lotti

Ministri con portafoglio

Affari Esteri e Cooperazione internazionale – Ministro: Angelino Alfano

Ministro dell’Interno – Ministro: Marco Minniti

Giustizia – Ministro: Andrea Orlando

Sottosegretari: Federica Chiavaroli, Cosimo Maria Ferri, Gennaro Migliore

Difesa – Ministro: Roberta Pinotti

Economia e Finanze – Ministro: Pier Carlo Padoan

Sviluppo Economico – Ministro: Carlo Calenda 

Lavoro e Politiche sociali – Ministro: Giuliano Poletti

Politiche agricole alimentari e forestali – Ministro: Paolo Gentiloni, interim

Ambiente, tutela del territorio e del mare – Ministro: Gian Luca Galletti

Infrastrutture e trasporti – Ministro: Graziano Delrio

Istruzione, Università e ricerca – Ministro: Valeria Fedeli

Beni e attività culturali e turismo – Ministro: Dario Franceschini

Salute – Ministro: Beatrice Lorenzin