Me

Ecco il film che puoi controllare con la tua mente (e come funziona )

Tra i film ideati da Richard Ramchurn, The Moment è uno di quelli che ti permette di interpretare un regista utilizzando le tue onde celebrali. Ecco come funziona

Immagine di copertina
Grazie all'auricolare, un NeuroSky MindWave, si può essere registi del film che si sta guardando

Solitamente quando si guarda un film, ci si siede sul divano, si tengono gli occhi fissi sullo schermo e si osserva come si sviluppa la storia. Tutto questo non avviene se stai guardando un film di Richard Ramchurn.

Richard Ramchurn ha infatti inventato questo genere di film che puoi controllare con la tua mente.

Laureato all’Università di Nottingham, nel Regno Unito, Ramchurn si definisce artista e regista, e ha trascorso gli ultimi anni a creare film che puoi controllare con la mente semplicemente indossando un auricolare dal costo di cento dollari che rileva l’attività elettrica del cervello.

Con questa cuffia EEG le scene, la musica e le animazioni del film cambiano ogni volta che guardi il filmato, in base alle “vibrazioni” della tua mente.

L’ultimo lavoro di Ramchurn, è un film di 27 minuti titolato The Moment che esplora un futuro oscuro in cui le interfacce cervello-computer sono la normalità.

Il fim è stato già proiettato a Nottingham, dove una decina di persone hanno potuto testare questa esperienza, non solo visiva.

The Moment sarà proiettato anche a un festival del cinema a Sheffield il mese prossimo.

Come funziona il film che puoi controllare con la tua mente

Quando indossi l’auricolare, un NeuroSky MindWave, mentre stai guardando un film, la cuffia sarà impegnata a monitorare il tuo livello di attenzione misurando l’attività elettrica in una gamma di frequenze che si ritiene corrispondano all’attenzione.

Il punteggio continuamente calcolato viene inviato in modalità wireless a un laptop, dove il software appositamente costruito da Ramchurn lo utilizza per modificare il montaggio delle scene, il flusso della musica di sottofondo e altro ancora. Non devi muovere un muscolo.

Lo spettatore è in grado quindi di modificare il film, riflettendolo coscientemente o rispondendo in modo naturale a ciò che accade sullo schermo. Il film cambia sulla base di come ti senti in quel momento.

Chi è Richard Ramchurn

Ramchurn, 39 anni, ha trascorso anni a realizzare cortometraggi, documentari e video musicali e a sperimentare modi di incorporare la tecnologia nel suo lavoro.

L’idea di un’interfaccia cervello-computer per il cinema è arrivata nel 2013, quando per la prima volta ha provato un auricolare NeuroSky.

La cuffia l’ha poi utilizzata per realizzare il suo primo film controllato dal cervello, The Disadvantages of Time Travel nel 2014.