Me

L’attore De Niro vieta al presidente Trump di entrare nei suoi ristoranti Nobu

L'attore americano si è più volte espresso duramente contro il presidente americano, definendolo un "idiota" o un "imbroglione"

Immagine di copertina
Robert De Niro

L’attore italoamericano Robert De Niro ha dichiarato di recente che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non è ospite gradito nei suoi ristoranti.

De Niro, infatti, è proprietario insieme allo chef giapponese Nobu Matsuhia di trenta locali dal 1993.

“Non lascerò mai che Trump entri da Nobu. Se dovesse mai arrivare nello stesso ristorante in cui mi trovo io, me ne andrei”, fa sapere l’attore in un’intervista al Daily Mail in occasione dell’apertura di un nuovo locale a Marbella, in Spagna.

Meno drastico, invece, il commento dello chef giapponese.

“Il mio sogno sarebbe quello di far sedere Trump accanto a Bob e preparare loro del sushi”.

Sogno impossibile da realizzare, stando a quanto dichiarato dallo stesso De Niro.

Il presidente Trump, però, è già stato cliente dei ristoranti Nobu nel 2013, mentre era in viaggio in Russia per la finale di Miss universo.

I sentimenti dell’attore per l’attuale presidente americano non sono mai stati un mistero.

Già nel 2016 De Niro si era espresso duramente contro Donald Trump.

“È un cane, un maiale, un imbroglione che non sa di cosa sta parlando, non sa fare il suo lavoro, non gli interessa niente, gioca con il mondo e non paga nemmeno le tasse”.

Da quando il magnate americano ha raggiunto la Casa Bianca l’opinione di De Niro non è sicuramente migliorata, anzi.

“Prima sarà messo sotto impeachment meglio è. Ma potrebbe anche essere arrestato e messo in prigione”.

In altre occasioni, De Niro si era rivolto a Donald Trump definendolo un “idiota” e un “baby chief”, ossia un bambino che si è trovato a comandare gli Stati Uniti, in questo caso.

De Niro si unisce quindi alla schiera di personalità statunitensi importanti che hanno espresso apertamente la propria opposizione al presidente statunitense.

Di recente, anche Meghan Markle, diventata in questi giorni duchessa di Sussex, ha definito Donald Trump “un misogino”.

Non a caso, il presidente non era tra la lista degli invitati al matrimonio reale, anche se ha comunque inviato il suo regalo.

In realtà, la coppia reale ha preferito non invitare nessun leader politico al loro matrimonio, ma date le dichiarazioni di Meghan Markle sul presidente americano e il suo impegno a sostegno dei diritto delle donne difficilmente Trump sarebbe stato presente alla cerimonia.