Me

Toronto | Bomba in un ristorante indiano: 15 feriti, caccia a due sospetti

Tre feriti sono in gravi condizioni: le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso due uomini incappucciati che sono entrati nel locale poco prima dell'esplosione, prima di fuggire

Immagine di copertina
L'immagine dei due sospetti attentatori.

In un ristorante indiano vicino Toronto, in Canada, è esplosa una bomba che ha causato il ferimento di almeno 15 persone, tre delle quali sono in gravissime condizioni.

L’attentato è avvenuto intorno alle 22.30 ora locale (le 4.30 in Italia) di oggi, venerdì 25 maggio 2018, nella città di Mississauga, a circa 30 chilometri da Toronto.

La polizia locale ha riferito che due sospetti sono entrati nel ristorante Bombay Bhel, in una piazza tra Hurontario Street e Eglinton Avenue, e hanno fatto esplodere un ordigno.

Canada bomba

L’esplosione è avvenuta intorno alle 22.30 ora locale.

Secondo i media canadesi, “diversi feriti” sono stati portati all’ospedale di Mississauga, mentre altre tre persone, che versano in “condizioni critiche”, sono stati portati in un centro traumatologico a Toronto.

I sospetti sono fuggiti immediatamente dopo l’esplosione. Le telecamere del circuito interno di videosorveglianza li hanno ripresi mentre entravano con il volto incappucciato nel locale.

Non è chiaro in quale punto del ristorante sia stata fatta detonare la bomba.

La polizia ha diffuso l’immagine dei due sospetti e ha fatto appello alla cittadinanza locale per identificare le persone.

Secondo la descrizione fornita dalle autorità, si tratta di due uomini di altezza compresa tra un metro e 70 e un metro e 80. Entrambi indossavano jeans blu e felpa nera con cappuccio: uno dei due portava un cappello da baseball.

Le forze dell’ordine hanno ricevuto una chiamata per l’esplosione nella piazza vicino a Hurontario Street e Eglinton Avenue subito dopo le 22:30. e la piazza è rimasta chiusa all’inizio di venerdì.

L’esplosione è stata avvertita in tutto il vicinato, secondo quanto riferito da diversi testimoni ai media locali.

Esattamente un mese fa, il 24 aprile, a Toronto un uomo si era lanciato alla guida di un furgone contro la folla provocando 10 morti e 15 feriti.

In quel caso non si era trattato di terrorismo, ma del gesto folle di uno studente 25enne canadese di origini armene.

Notizia in aggiornamento